YouTube offre ai suoi creatori un nuovo modo di visualizzare le correzioni

I creatori di YouTube stanno ottenendo una nuova funzionalità che consentirà loro di apportare correzioni e richiamare l’attenzione su di esse in un modo più evidente.

In un video pubblicato martedì dal canale Creator Insider su YouTube, un canale YouTube autodefinito non ufficiale e “sperimentale” gestito da dipendenti YouTube a tempo pieno del “team tecnico YouTube Creator” – è stata annunciata una nuova funzione per i creatori chiamata Correzioni.

Le correzioni consentono ai creatori di emettere correzioni per i video che sono già stati pubblicati ma contengono contenuti errati o obsoleti. In questo modo, i creatori non devono necessariamente fare affidamento su modi meno efficaci per trasmettere i loro messaggi aggiornati. Questi modi includono l’aggiunta di note alla descrizione, la risposta ai commenti degli spettatori o il blocco di un commento correttivo. Questi metodi possono essere utili per fornire la correzione stessa, ma gli spettatori potrebbero non notarli sempre.

La nuova funzione Correzioni sembra risolvere il problema di visibilità dell’emissione di correzioni consentendo ai creatori di visualizzare un “tempirino della scheda informativa” all’interno del video che richiama l’attenzione sulla presenza di una correzione. Secondo il video di Creator Insider, questa scheda è cliccabile e una volta che gli spettatori la selezionano, la descrizione del video si “amplierà” per mostrare la correzione scritta.

La nuova funzione significa che i creatori possono emettere correzioni che hanno maggiori probabilità di essere notate dai loro spettatori. Offre inoltre ai creatori un altro modo per apportare correzioni ai video esistenti senza doverli “rifilmare e ricaricare”, il che può significare perdere commenti e altre metriche di coinvolgimento.

La funzione Correzioni dovrebbe essere disponibile per i “creatori idonei entro la fine di giugno”. Vale anche la pena notare che la nuova funzione non sarà disponibile per i canali “con avvertimenti attivi” o se YouTube considera il contenuto “inappropriato per alcuni spettatori”.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.