Twitter si scusa per l’uso improprio dei dati personali con avviso di sequenza temporale

Se oggi hai visto un avviso di Twitter nella tua sequenza temporale sul suo utilizzo dell'”uso delle tue informazioni personali per pubblicità personalizzata”, non devi necessariamente farti prendere dal panico. Ma l’avviso si collega a una dichiarazione dell’app che vale sicuramente la pena leggere.

L’avviso di Twitter viene visualizzato nella tua sequenza temporale: l’abbiamo visto questa mattina tramite la versione Web desktop di Twitter. L’avviso sulla sequenza temporale è un avviso che Twitter “potrebbe averti offerto annunci mirati in base a un indirizzo e-mail o numero di telefono che ci hai fornito per proteggere il tuo account.

immagine dello schermo

Questo avviso quindi si collega a un articolo del Centro assistenza di Twitter che si legge come una dichiarazione di scuse dall’app bird stessa.

Il problema a cui si riferisce l’avviso è il fatto che recentemente Twitter ha raggiunto un accordo con la Federal Trade Commission (FTC) sulla raccolta e l’utilizzo degli indirizzi e-mail e dei numeri di telefono degli utenti di Twitter per la pubblicità mirata. Come rileva l’avviso sulla sequenza temporale di oggi, tali informazioni personali sono state fornite dagli utenti per proteggere i propri account, ma Twitter le ha utilizzate anche per pubblicare annunci mirati, all’insaputa degli utenti.

Selezionando il pulsante Ulteriori informazioni nell’avviso della sequenza temporale si apre un collegamento all’articolo del Centro assistenza di Twitter sull’argomento in cui l’app bird spiegava la sequenza temporale degli eventi che hanno portato all’accordo con la FTC. Nella dichiarazione, Twitter afferma che le informazioni personali sono state utilizzate in annunci mirati fino a settembre 2019 e da allora ha affermato che “non stanno più utilizzando numeri di telefono o indirizzi e-mail raccolti a fini di sicurezza o protezione per la pubblicità.

Twitter ha anche affermato che i numeri di telefono e gli indirizzi e-mail degli utenti non sono stati condivisi con gli inserzionisti e che gli utenti non devono fare nulla in merito a questo problema.

La dichiarazione si è conclusa con le scuse agli utenti e ha offerto un collegamento a un modulo da contattare Ufficio per la protezione dei dati di Twitter con qualsiasi domanda o commento sull’utilizzo dei dati personali.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.