T-Mobile ha appena raggiunto velocità 5G di 3 Gbps senza mmWave

T-Mobile si propone di dimostrare che i vettori non hanno bisogno di implementare la tecnologia mmWave ad altissima frequenza per ottenere velocità incredibili. Grazie alla tecnologia Carrier Aggregation, “Un-carrier” ha dimostrato prestazioni di velocità di download di 3 Gbps su buoni canali 5G a banda bassa e media vecchio stile.

In un comunicato stampa di oggi, T-Mobile ha rivelato di aver raggiunto queste velocità senza precedenti per la prima volta in assoluto su un dispositivo commerciale; in questo caso, un Samsung Galaxy S22 alimentato da un modem Snapdragon X65. “Questo test dimostra l’incredibile potenza dello spettro della banda media e rappresenta un altro enorme passo avanti per il 5G autonomo”, ha affermato Neville Ray, Presidente della tecnologia di T-Mobile.

Il grande vantaggio, ovviamente, è che è stato realizzato senza bande mmWave. Sebbene mmWave sia tradizionalmente responsabile delle velocità 5G più elevate, richiede un’infrastruttura impegnativa e non è noto per la sua affidabilità. La speranza con la tecnologia Carrier Aggregation di T-Mobile è che possa fornire velocità simili a quelle di mmWave in modo più sostenibile.

Come funziona l’aggregazione dell’operatore 5G

È raro raggiungere velocità anche di un singolo gigabit utilizzando frequenze di banda media. Le recenti implementazioni in banda C di AT&T e Verizon stanno migliorando le cose e alcuni test isolati hanno mostrato prestazioni con picchi leggermente superiori a 1 Gbps. Ma la maggior parte dei clienti in genere si trova nella gamma inferiore a 500 Mbps con questo tipo di 5G.

Ancora, con frequenze di fascia media capace di raggiungere velocità 5G di 1 Gbps, anche se solo in condizioni ideali, T-Mobile ha deciso di scoprire cosa potrebbe ottenere collegando tre di queste frequenze insieme, utilizzando una tecnica nota come 5G Carrier Aggregation (NR CA).

Risultati dello Speedtest su un Samsung Galaxy S22 Ultra.
Adam Doud/Trend digitali

Per questo test specifico, T-Mobile ha utilizzato due canali della sua rete 5G Ultra Capacity a 2,5 GHz e un canale con spettro a 1900 MHz (1,9 GHz), generalmente occupato dai vecchi servizi 4G/LTE. Ciò ha fornito uno spettro 5G effettivo di 210 MHz sui tre canali.

Le frequenze a 1,9 GHz utilizzate da T-Mobile nei suoi test fanno anche parte di una rete con architettura 5G autonoma (5G SA) che T-Mobile prevede di portare online entro la fine dell’anno. Nonostante le frequenze 4G/LTE operino nello stesso spettro, questo nuovo canale a 1,9 GHz non avrà le sue prestazioni ostacolate affidandosi alla condivisione dinamica dello spettro (DSS).

Quali dispositivi possono utilizzare Carrier Aggregation

La prima fase della nuova rete aggregata di T-Mobile è andata online questa settimana, con due canali a 2,5 GHz per fornire velocità più elevate e una maggiore capacità di rete in aree chiave. Lo spettro 5G SA a 1,9 GHz sarà attivo entro la fine dell’anno per aggiungere un terzo canale. È interessante notare che il vettore aggiunge che i possessori di Samsung Galaxy S22 otterranno il primo crack in questo spettro aggiuntivo. Tuttavia, alla fine si espanderà ad altre aree e dispositivi “nel prossimo futuro”.

Purtroppo, alcuni dispositivi non saranno in grado di sfruttare queste velocità più elevate a causa della mancanza di supporto per Carrier Aggregation nei loro chipset modem. Lo Snapdragon X60, utilizzato nelle lineup Samsung Galaxy S21 e iPhone 13 di Apple, è stato il primo a introdurre l’aggregazione del vettore 5G di qualsiasi tipo. Ciò significa che il vecchio iPhone 12 dotato di X55 e il Samsung Galaxy S20 Ultra saranno esclusi dalla festa.

Tuttavia, anche se l’X60 supporta NR CA, è limitato a 200 MHz di larghezza di banda sulle frequenze inferiori a 6 GHz, leggermente al di sotto dei 210 MHz che T-Mobile stava sfruttando nei suoi test. In confronto, l’X65 e l’X70 più recentemente annunciato offrono entrambi 300 MHz di larghezza di banda, oltre ad altri significativi miglioramenti delle prestazioni.

T-Mobile non ha condiviso quali aree sono coperte dalle nuove funzionalità 5G NR CA. La dipendenza dal 5G a banda media da 2,5 GHz significa che non esisterà al di fuori della rete 5G Ultra Capacity del vettore, ma probabilmente verrà lanciato prima nelle aree più densamente popolate.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.