Recensione Shoresy: è una leggenda assoluta

Sei anni fa, il primo episodio di Letterkenny ha debuttato con il creatore della serie e star Jared Keeso dicendo al pubblico: “Un paio di giocatori di hockey sono venuti allo stand dei prodotti l’altro giorno…”

Negli oltre 60 episodi che seguirono quell’introduzione, Letterkenny ha presentato una vasta gamma di vicini di Wayne (non tutti giocatori di hockey) dalla città immaginaria dell’Ontario dello show, con Keeso che occasionalmente interpretava sia il protagonista della serie Wayne che “Shoresy”, un personaggio di supporto sboccato il cui volto era sempre oscurato. Il penultimo episodio della stagione 10 indicava che il personaggio preferito dai fan era partito per Sudbury, Ontario, aprendo le porte al ruolo secondario di Keeso per ottenere i riflettori in Shoresyuna serie spin-off sulla star dell’hockey della lega minore amante della madre preferita da tutti.

E anche se potrebbe sembrare impossibile a chiunque abbia familiarità con il personaggio, basta una sola stagione di sei episodi per trasformare Shoresy da uno scherzo ricorrente in un vero eroe dell’hockey.

Creato da Keeso, che ha anche scritto tutti e sei gli episodi della stagione oltre a recitare in esso, Shoresy porta indietro Letterkenny il regista Jacob Tierney dietro la macchina da presa mentre il protagonista principale dello show tenta di ribaltare le sorti dei Sudbury Bulldogs in difficoltà, una squadra di hockey Triple-A sull’orlo del fallimento. Per impedire al direttore generale della squadra Nat (Tasya Teles) di sciogliere la squadra, Shoresy giura di “non perdere mai più” e recluta una squadra di ex professionisti disadattati e combattenti locali per mantenere la sua promessa.

Come ci si potrebbe aspettare, però, ci vuole più di un po’ di muscoli in più per far vincere di nuovo i Bulldogs, e Shoresy è costretto ad affrontare una nuova responsabilità che richiede più di un talento per insulti cattivi: ispirare la squadra.

Altro su Letterkenny

Proprio come con Letterkennyè incredibile cosa Keeso e Tierney siano in grado di racchiudere in pochi brevi episodi di Shoresy. Invece Letterkenny gli episodi generalmente presentano una serie di scenette vagamente collegate, Shoresy offre un’unica narrativa lunga una stagione che racconta gli sforzi dei personaggi per capovolgere la loro squadra frammentaria. È un perno per il Letterkenny team creativo che è riuscito meravigliosamente e sembra ancora più impressionante considerando il cast della serie, che è in gran parte composto da nuovi arrivati ​​alla recitazione.

Il cast di Shoresy è per strada.

La serie presenta diversi ex giocatori della NHL e della lega minore nel suo cast ricorrente, con alcuni che debuttano come attori Shoresye i creatori dello show fanno un lavoro straordinario inserendoli perfettamente nell’azione. Sebbene Shoresy non è così scattante come Letterkenny quando si tratta dei dialoghi dello show, mantiene ancora un ritmo intimidatorio con il copione avanti e indietro tra i personaggi, ed è una testimonianza delle capacità del team creativo che la schiera di attori alle prime armi si fonde nelle scene in modo così fluido.

Shoresy merita anche molto credito per aver costruito su cosa Letterkenny fa già bene, con la rappresentazione sia di forti personaggi femminili che dell’ampia gamma di culture presenti dentro e intorno a città come Sudbury.

Per quanto riguarda quest’ultimo, Shoresy presenta un elenco di Bulldogs in linea con quello che probabilmente vedrai in così tante squadre di lega minore, in particolare in Canada. La squadra è un mix di giocatori di vari gruppi indigeni, franco-canadesi e personaggi di varie altre culture e angoli del Canada. Che la diversità nella squadra non sia giocata dai personaggi o dalla storia stessa, e piuttosto esista come lo stato naturale delle cose (con i personaggi anche a proprio agio nel tradurre tra lingue e vernacoli diversi), è un ottimo esempio della sottile sensibilità e autenticità in gioco Shoresy (e prima di esso, Letterkenny).

Harlan Blayne Kytwayhat e Jared Keeso stanno in piedi su un ponte del cortile in inverno in una scena di Shoresy.

Interpretando il migliore amico di Shoresy nei Bulldogs, Harlan Blayne Kytwayhat fa un lavoro ammirevole nel tenere il passo con Keeso nelle scene frequenti che condividono, e lo stesso si può dire di Blair Lamora e Keilani Elizabeth Rose, che interpretano gli irriverenti assistenti di Nat. Tutti e tre gli attori hanno curriculum di recitazione limitati, ma non sembrano avere alcun problema a tenersi da soli in mezzo al ritmo aggressivo dello spettacolo. Tasya Teles (Il 100) è altrettanto divertente da guardare nei panni del longanime direttore generale dei Bulldogs, e molto simile Letterkenny lo straordinario Kaniehtiio Horn, che interpreta Tanis in quella serie e funge da produttore consulente Shoresy — La performance di Teles assicura che la serie non si impantani mai nella tipica postura maschile e nei tropi sportivi.

Tuttavia, anche con la vasta gamma di attori, esperienza e background rappresentati nel cast, è Keeso che vende davvero Shoresy come qualcosa di speciale.

Mentre abbiamo visto più dimensioni per la sua rigidità Letterkenny personaggio, Wayne, nel corso di 10 stagioni, è dentro Shoresy che vediamo davvero una certa distanza dalla sua performance. Impariamo molto su Shoresy in sei episodi – dalla sua infanzia a ciò che lo fa piangere – e invece di vederlo solo da dietro la porta di uno spogliatoio, Shoresy ci dà un quadro completo dell’uomo – e ciò che vediamo è sorprendentemente riconoscibile.

Keilani Elizabeth Rose, Tasya Teles e Blair Lamora fissano la telecamera vicino a una scrivania in una scena di Shoresy.

In effetti, non ci vuole molto perché Shoresy passi da maestro senza volto di chiacchiere trash a un personaggio a più livelli che ti dà molte ragioni per tifare per lui.

Purtroppo, il difetto più grande Shoresy è che la prima stagione della serie finisce troppo presto. Keeso e Tierney mantengono le cose in movimento a un ritmo così vivace e divertente che è facile non notare quanto ti stai affezionando a Shoresy e al suo cast di supporto. E quando i titoli di coda scorrono sull’episodio finale della stagione e ti chiedi quando (o peggio, se) vedrai più membri della banda, l’intera misura di quanto sia buona la serie ti colpisce come uno schiaffo allo stomaco .

Se siamo fortunati, questa non sarà l’ultima volta che vedremo Shoresy e i Sudbury Bulldogs. Sei episodi non sono abbastanza lunghi da trascorrere con questo gruppo di leggende assolute e c’è ancora un sacco di tempo per aumentare il punteggio.

Tutti e sei gli episodi di Shoresy in anteprima il 27 maggio sul servizio di streaming Hulu.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.