Recensione della prima stagione di Ms. Marvel: un ottimo inizio per il nuovo eroe del MCU

Ci è voluto fino al 2014 perché la Marvel offrisse a un personaggio musulmano la propria serie di fumetti, ma una volta che l’hanno fatto, non è passato molto tempo prima Signora MarvelLa protagonista adolescente di Kamala Khan è diventata uno dei giovani eroi più popolari dell’editore. Dopo otto anni, Kamala è pronta a fare il suo debutto dal vivo nella serie Disney+ Signora Marvelche dà ufficialmente il benvenuto all’adolescente pachistano-americana e al suo cast di supporto nel Marvel Cinematic Universe.

Anche se è stata una strada veloce verso i riflettori per Kamala Khan, se i primi due episodi di Signora Marvel sono un’indicazione di cosa accadrà per le sue avventure live-action, ha un brillante futuro davanti a sé.

Creato da Bisha K. Ali (Quattro matrimoni e un funerale, Loki) per il servizio di streaming Disney, Signora Marvel lancia la nuova arrivata Iman Vellani nei panni di Kamala Khan, una ragazza di 16 anni di Jersey City, nel New Jersey, che si ritrova improvvisamente catapultata nel mondo dei supereroi che idolatra quando acquisisce i suoi superpoteri. Ora, invece di scrivere fan fiction, Kamala deve capire la sua storia di supereroi mentre naviga tra le scuole superiori e la vita adolescenziale.

Ciascuno degli spettacoli MCU su Disney+ ha portato qualcosa di nuovo nel multiverso interconnesso e live-action della Marvel e Signora Marvel non fa eccezione.

La serie compie alcuni dei più audaci passi avanti del MCU finora con le sue tecniche di narrazione visiva e la miriade di modi in cui mescola live-action, animazione e altri elementi sullo schermo per presentare la prospettiva unica di Kamala sul mondo che la circonda. Signora Marvel prende anche molti spunti dalla TV adolescenziale del passato con la sua volontà consapevole di rompere il quarto muro e coinvolgere direttamente il suo pubblico. Mette inoltre a frutto l’abilità artistica di Kamala con sequenze animate intelligenti basate sui suoi disegni disseminati in ogni episodio.

Kamala Khan, interpretata da Iman Vellani, immagina coriandoli e una festa intorno a lei in una scena di Ms. Marvel.

Nei panni di Kamala, il nuovo arrivato Vellani trasmette una vera gioia nell’interpretare un personaggio che salta fuori dallo schermo. La giovane attrice si sente naturale per il ruolo e rende facile capire perché la Marvel fosse disposta a scommettere così tanto su un’attrice senza precedenti crediti. La gioia che mostra nello scoprire i suoi poteri è contagiosa e offre un’alternativa tanto necessaria alle cupe storie sulle origini a cui siamo così abituati nelle saghe di supereroi.

Vellani non è l’unico elemento luminoso – e unico – in cui vale la pena celebrare Signora Marvel. La serie fa anche un ottimo lavoro integrando la famiglia di Kamala nella storia in modi divertenti e rinfrescanti che la fanno risaltare ancora di più dalla massa di progetti MCU.

Interpretando rispettivamente la madre, il padre e il fratello maggiore di Kamala, Zenobia Shroff, Mohan Kapur e Saagar Shaikh camminano tutti sapientemente sul confine tra essere restrittivi e solidali nelle loro relazioni con Kamala. C’è un delicato equilibrio che devono trovare, e ognuno lo raggiunge negli episodi di apertura della serie, affermandosi come una famiglia amorevole nonostante le differenze di interessi e prospettive.

Iman Vellani e il cast di attori che interpretano la famiglia di Kamala Khan siedono intorno al tavolo da pranzo in una scena di Ms. Marvel.

Vale la pena notare che, sebbene la serie rimanga fedele allo spirito di gran parte del materiale di base dei fumetti di Kamala Khan, prende anche alcune grandi oscillazioni in nuove direzioni.

L’origine dei poteri di Kamala riceve una significativa riscrittura Signora Marvelper esempio, e i capitoli iniziali della sua storia non seguono i fumetti così da vicino Occhio di Falco o altri progetti MCU. Nessuno di questi cambiamenti è qualcosa di cui preoccuparsi, tuttavia, poiché gli sceneggiatori della serie trovano alcuni modi creativi per portare Kamala nell’universo Marvel esistente che consentono anche alcune gradite sorprese per i fan di lunga data del personaggio.

Mentre due episodi non sono esattamente molto su cui basarsi quando si valuta una serie, l’anteprima di Signora Marvel l’offerta è promettente e suggerisce che il debutto live-action di Kamala Khan potrebbe benissimo meritare un caloroso benvenuto come le sue avventure a fumetti.

Marvel Signora Marvel la serie debutterà l’8 giugno sul servizio di streaming Disney+.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.