Questo potrebbe essere il visore VR wireless di Valve, Deckard

Una domanda di brevetto statunitense pubblicata di recente potrebbe fornire una buona anteprima del visore VR wireless di Valve.

Il mulino delle voci si è recentemente acceso con approfondimenti sul codice Steam, scoprendo dettagli intriganti che sembrano suggerire che un nuovo sistema di display montato sulla testa, forse chiamato Deckard, è in fase di sviluppo. Finora la maggior parte dei segnali indica che si tratta di un auricolare wireless autonomo simile a Meta’s Quest 2 – o almeno un dispositivo che ha la possibilità di essere utilizzato senza un PC collegato.

Gran parte del brevetto discute il cinturino e il modo in cui consente varie regolazioni per un comfort ottimale pur mantenendolo saldamente, oltre a prevenire la dispersione della luce esterna all’interno. Il brevetto contiene diversi disegni che mostrano due quadranti sul retro per la regolazione della vestibilità, consentendo la messa a punto anche nel mezzo di un gioco o di un’altra esperienza VR, senza la necessità di utilizzare entrambe le mani o di rimuovere il visore.

Il design mostrato nel brevetto potrebbe non essere mai prodotto; tuttavia, è interessante vedere su cosa sta lavorando Valve ed è probabile che almeno alcuni aspetti di questo design verranno utilizzati in un prodotto futuro. Gli altoparlanti auricolari sembrano abbastanza simili all’attuale Valve Index e c’è ancora una cinghia centrale che corre dalla parte anteriore a quella posteriore con cinghie a strappo per la regolazione.

Oltre al cinturino centrale, i quadranti sono descritti come un modo per regolare sia la tenuta superiore che laterale, quindi forse il quadrante aggiunto effettuerà regolazioni fini al cinturino superiore più rapidamente e senza doverlo sganciare prima di stringere. Questo può essere di fondamentale importanza nel mezzo di un’intensa sessione VR se il visore scivola, causando una riduzione della nitidezza dell’immagine.

Valve VR headset retro archetto quadranti brevetto Deckard?

Sebbene la vestibilità e il comfort siano aspetti molto importanti di qualsiasi visore VR, le specifiche hardware sono ciò che interessa di più. Sfortunatamente, non sono stati forniti dettagli al riguardo. Precedenti speculazioni suggeriscono che le cuffie Deckard di Valve potrebbero avere molte delle stesse funzionalità di Meta’s Quest 2 pur mantenendo la possibilità di connettersi a un PC per eseguire giochi di qualità superiore e app più impegnative.

Con Cambria di Meta e il primo visore VR di Apple previsto per l’arrivo nel 2022, sembra che anche Valve potrebbe unirsi alla mischia con Deckard, rendendo questo l’anno più grande di sempre per l’hardware di realtà virtuale.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.