Quali tablet iPad sono compatibili con iPadOS 16?

Questa settimana Apple ha tenuto la sua annuale Worldwide Developers Conference (WWDC). Durante il keynote, i suoi dirigenti hanno mostrato iPadOS 16, la prossima versione principale del suo sistema operativo tablet, con una serie di nuove funzionalità di collaborazione e multitasking.

Come al solito, molte funzionalità di iOS 16 per iPhone si stanno facendo strada anche sull’iPad, comprese le librerie di foto condivise per le famiglie e potenti funzioni di ricerca visiva e di testo in tempo reale. Tuttavia, iPadOS 16 ha anche il suo set unico di strumenti di produttività per avvicinare il tablet Apple a un’esperienza più simile a un laptop.

Tutta quella potenza extra significa che Apple deve lasciare alcuni vecchi modelli di iPad fuori dall’elenco dei tablet compatibili quest’anno. Sebbene iPadOS 16 continuerà a funzionare su tutti i modelli di iPad Pro rilasciati da Apple, risalendo all’originale iPad Pro da 12,9 pollici del 2015, segna la fine della linea per i suoi modelli entry-level della stessa epoca.

Ciò significa che l’iPad Air 2 2014 e l’iPad Mini 4 2015 non riceveranno iPadOS 16. Il limite per i tablet di fascia bassa di Apple è l’iPad di quinta generazione, rilasciato all’inizio del 2017. Tuttavia, tutta la gamma di fascia media di Apple sono supportati i modelli, iniziati nel 2019 con l’iPad Air di terza generazione e l’iPad mini di quinta generazione.

Compatibilità con iPadOS 16 a colpo d’occhio

iPad Pro da 12,9 pollici: Prima, seconda, terza, quarta e quinta generazione

iPad Pro da 11 pollici: Prima, seconda e terza generazione

iPad Pro: 10,5 pollici e 9,7 pollici

iPad: Quinta, sesta, settima, ottava e nona generazione

Ipad mini: Quinta e sesta generazione

iPad Air: Terza, quarta e quinta generazione

Un racconto di due tavolette

È interessante notare che Apple è più accomodante con iPadOS 16 rispetto alla sua controparte iPhone. Sebbene iOS 16 stia tracciando la linea dei modelli di iPhone con alimentazione A11, iPadOS 16 sarà disponibile per iPad che utilizzano ancora lo stesso chip A9 che si trova negli iPhone 6s.

In particolare, sarebbe l’iPad di quinta generazione del 2017, sebbene l’iPad Pro 2015 utilizzi l’A9X, una variante dello stesso chip che presenta il doppio dei core della GPU e una velocità di clock più elevata.

I due modelli di iPad che sono stati esclusi dall’elenco, l’iPad Air 2 e l’iPad mini 4, utilizzavano rispettivamente i chip A8X e A8. È lo stesso chip dell’iPhone 6 del 2014, che non è stato supportato da iOS 12.

Vale anche la pena notare che, nonostante la continuità della denominazione, l’iPad Air di terza generazione non è un vero successore dell’iPad Air 2. Le prime due generazioni di iPad Air erano effettivamente la quinta e la sesta voce della gamma standard di iPad. All’epoca, Apple voleva sottolineare quanto fosse sottile l’iPad del 2013, quindi ha preso in prestito il moniker “Air” che era stato utilizzato allo stesso modo per debuttare il MacBook Air originale diversi anni prima e poi ha continuato con il modello 2014.

Cinque anni dopo, Apple ha resuscitato il nome per creare un nuovo livello di iPad di fascia media insieme al ritorno dell’iPad mini di quinta generazione. Questi presentavano lo stesso chip A12 utilizzato nell’iPhone XS alcuni mesi prima, posizionandoli solo una tacca al di sotto dei loro contemporanei modelli di iPad Pro dotati di A12X.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.