Prima recensione su Jeep Grand Cherokee 4xe: plug-in tuttofare

Jeep sta abbracciando l’elettrificazione ma, come un 4×4 che striscia su un mucchio di rocce, lo sta facendo lentamente e metodicamente.

La prima Jeep completamente elettrica dovrebbe essere lanciata nel 2023, ma nel frattempo stiamo ottenendo ibridi plug-in. Con i motori a benzina per ridurre l’ansia da autonomia e i tradizionali sistemi di trazione integrale meccanica per preservare le capacità fuoristrada, gli ibridi plug-in 4xe (pronunciati “quattro per e”) di Jeep colmano il divario tra due epoche.

Jeep ha iniziato con quello che era probabilmente il lavoro più duro: una versione 4xe del suo iconico Wrangler. Ora si sta passando a un’altra targa familiare. La Jeep Grand Cherokee 4xe del 2022 è una versione elettrificata del pilastro dei SUV familiari del marchio. Mentre diversi SUV ibridi plug-in di dimensioni simili stanno arrivando sul mercato, nessuno è come questa Jeep.

Stephen Edelstein/Trend digitali

La Grand Cherokee 4xe divide la differenza tra voci tradizionali come le ibride plug-in Hyundai Santa Fe e Kia Sorento e offerte più lussuose come la BMW X5 xDrive45e, Lincoln Aviator Grand Touring e Volvo XC90 Recharge, ma con capacità fuoristrada senza pari.

Il prezzo parte da $ 59.565 per il modello base. Questo è un grande aumento rispetto alla Grand Cherokee non ibrida di base, ma ottieni un equipaggiamento più standard, incluso un sistema di infotainment a tre schermi. Se sali attraverso i livelli di allestimento Trailhawk, Overland e Summit fino alla cima Summit Reserve, pagherai $ 76.095 prima di qualsiasi opzione. Il Grand Cherokee 4xe si qualifica almeno per l’intero credito d’imposta federale di $ 7.500 per i veicoli elettrici grazie al suo grande pacco batteria da 17 kilowattora.

Gli interni della Jeep Grand Cherokee 4xe plug-in hybrid del 2022.

Design e interni

L’intera gamma Grand Cherokee sta subendo una riprogettazione che ha iniziato a essere lanciata per l’anno modello 2021 sul modello Grand Cherokee L a tre file e continua per il 2022 con i modelli a due file. Nome in codice WL, il nuovo Grand Cherokee è un grande cambiamento rispetto al modello WK2 della generazione precedente.

La griglia a sette fessure e il nome politicamente scorretto vengono riportati, ma tutto il resto è diverso. In contrasto con il WK2 un po’ grassoccio, il Grand Cherokee WL ha un profilo più aggraziato e allungato con lati eretti e belle proporzioni. Lo stile è stato ispirato dalla classica SJ Jeep Grand Wagoneer, ha affermato Eugenio Sellano-Neto, responsabile del design degli esterni di Jeep, in una presentazione prima del nostro test drive. Pensiamo che questo Grand Cherokee sia un omaggio migliore all’SJ rispetto all’attuale Grand Wagoneer dell’attuale generazione, in effetti.

L’interno era abbastanza raffinato, con schermi piacevolmente integrati e dettagli accattivanti.

Non puoi ottenere una Grand Cherokee 4xe a tre file, qualcosa che è disponibile sull’ibrida plug-in Kia Sorento a basso prezzo, così come sul più costoso Lincoln Aviator Grand Touring e Volvo XC90 Recharge. Il 4xe ha uno spazio interno paragonabile a questi SUV di dimensioni simili, così come i modelli Grand Cherokee non ibridi, però. I suoi 32,7 piedi cubi di spazio di carico con i sedili posteriori in posizione e 70,8 piedi cubi con i sedili posteriori ripiegati, sono nella fascia bassa per un SUV di queste dimensioni, ma identici a un Grand Cherokee non ibrido comparabile.

Abbiamo trovato l’interno abbastanza raffinato, con schermi ben integrati e dettagli accattivanti come il grande pomello del cambio e gli interruttori per le modalità di guida e il sistema di trazione integrale. Anche la forma e la finitura sembravano degne di un veicolo di lusso, per non parlare di una robusta Jeep. Non siamo stati così colpiti dalla copiosa plastica nera del pianoforte (che ha attirato molta polvere), i sedili in vinile del Trailhawk o il rivestimento in legno modellato sui modelli Overland, ma quest’ultimo almeno ottiene la tappezzeria di pelle di Nappa. E non abbiamo avuto problemi con la qualità del materiale sui modelli Summit e Summit Reserve di fascia alta.

Il touchscreen centrale della Jeep Grand Cherokee 4xe plug-in hybrid del 2022.

Tecnologia, infotainment e assistenza alla guida

Tutti i modelli 4xe sono dotati di serie di un touchscreen da 10,1 pollici, un quadro strumenti digitale da 10,1 pollici e un touchscreen da 10,2 pollici per il passeggero anteriore. Anche wireless Apple CarPlay/Android Auto e un hot spot Wi-Fi 4G LTE integrato sono standard. Sono inoltre disponibili un display head-up da 10 pollici, un sistema di intrattenimento per i sedili posteriori con connettività Amazon Fire TV integrata e un sistema audio McIntosh a 19 altoparlanti.

Il sistema di infotainment Uconnect 5 ha mantenuto il buon funzionamento dei vari schermi. Jeep stipa molte informazioni, dalle caratteristiche tipiche come la navigazione agli angoli di beccheggio e rollio per il fuoristrada, ma è stato facile passare da una all’altra. Il touchscreen principale è stato impostato per mostrare alcuni widget diversi contemporaneamente senza sembrare disordinato e i designer UX di Jeep hanno preso alcune decisioni intelligenti. I comandi del climatizzatore rimangono in una barra dei menu nella parte superiore dello schermo, così puoi apportare modifiche senza dover uscire da Apple CarPlay o Android Auto. Jeep consente inoltre ai conducenti di visualizzare rapidamente una visuale della telecamera frontale con un solo tocco, cosa che non è sempre il caso in altri veicoli.

I designer UX di Jeep hanno preso alcune decisioni intelligenti.

Lo schermo del passeggero anteriore funziona solo quando qualcuno è seduto sul sedile e, poiché abbiamo guidato da soli, non siamo stati in grado di testarlo. Ma pensiamo che l’approccio di Jeep di decentralizzare l’interfaccia con più schermi abbia più senso rispetto all’utilizzo di uno schermo sovradimensionato per tutto. A parte gli ultimi veicoli elettrici Mercedes-Benz, non troverai nemmeno una configurazione simile da nessun’altra parte.

Le funzioni standard di assistenza alla guida includono avviso di collisione in avanti, frenata di emergenza automatica, avviso di traffico trasversale posteriore, monitoraggio degli angoli ciechi, assistenza al mantenimento della corsia, avviso di uscita dalla corsia, cruise control adattivo e assistenza al parcheggio posteriore. Le caratteristiche opzionali includono la visione notturna, un sistema di telecamere a 350 gradi, uno specchietto retrovisore digitale, il riconoscimento dei segnali stradali, un monitor di attenzione del conducente, l’assistenza al parcheggio parallela e perpendicolare e il Travel Assist, che aggiunge il centraggio automatico della corsia al cruise control adattivo.

Vista frontale della Jeep Grand Cherokee 4xe ibrida plug-in del 2022.

Esperienza di guida

Simile alla Wrangler 4xe, la Grand Cherokee 4xe utilizza un motore a quattro cilindri turbo da 2,0 litri, cambio automatico a otto velocità e due motori elettrici.

Un motore funge esclusivamente da motorino di avviamento/generatore, mentre il secondo motore, posizionato tra il motore e la trasmissione, viene utilizzato per la propulsione. In modalità elettrica, una frizione gli consente di collegarsi alla trasmissione mentre disaccoppia il motore. Il motore quindi si riattiva per la modalità ibrida. Un compressore elettrico dell’aria condizionata aiuta anche a migliorare l’efficienza spostando parte della richiesta di potenza dal motore a benzina ai motori elettrici.

Questo complesso sistema produce 375 cavalli e 470 piedi per libbra di coppia, consentendo una robusta capacità di traino massima di 6.000 libbre, secondo Jeep. Questo è meno di alcuni modelli Grand Cherokee non ibridi, ma più o meno lo stesso degli ibridi plug-in BMW X5 e Lincoln Aviator. La casa automobilistica cita anche da zero a 60 mph in circa 6,0 secondi, che afferma essere circa un secondo più veloce di una Grand Cherokee non ibrida con il motore V8 più grande disponibile.

A un certo punto stavamo guidando una 4xe su una parete rocciosa con due ruote sollevate da terra.

A differenza dei modelli Grand Cherokee non ibridi, il 4xe ottiene anche la trazione integrale standard. E a differenza di altri SUV ibridi plug-in, ottiene l’hardware necessario per il fuoristrada serio. Il sistema di trazione integrale è simile ai modelli Grand Cherokee non ibridi, con una scatola di trasferimento a due velocità e una gamma bassa che consentono al 4xe di strisciare su superfici a bassa trazione. Un sistema di sospensioni pneumatiche opzionale consente 10,9 pollici di altezza da terra (sui modelli Trailhawk) e, se ciò non bastasse, hai ancora piastre paramotore in acciaio che proteggono la parte inferiore del veicolo, incluso il pacco batteria.

Questo si aggiunge a un SUV che può essere fuoristrada come una Jeep convenzionale, consumando meno carburante. Jeep non vedeva l’ora di mettere in mostra le capacità della Grand Cherokee, mandandoci attraverso un percorso fuoristrada dove, a un certo punto, stavamo guidando un modello Trailhawk su una parete rocciosa con due ruote sollevate da terra. Il fatto che lo stessimo facendo in un ibrido plug-in non ha causato problemi. Era anche possibile navigare in modalità elettrica (sebbene la quantità di accelerazione necessaria per salire su pendii ripidi abbia causato l’avvio del motore a gas). Quando si tratta di fuoristrada, la Grand Cherokee 4xe è il vero affare.

Non è chiaro quanti proprietari porteranno fuoristrada i loro SUV da circa $ 60.000, ma tutti apprezzeranno le maniere su strada del Grand Cherokee. Abbiamo fatto la nostra guida su strada in un modello Overland di livello medio e siamo rimasti colpiti dalla sua guida confortevole, dall’abitacolo silenzioso e dalle caratteristiche di maneggevolezza prevedibili. Mentre c’erano alcune imperfezioni minori, come un tonfo occasionale quando il drivertrain è passato dalla modalità elettrica a quella ibrida e una nota del motore poco attraente, l’esperienza complessiva è stata decisamente lussuosa.

Il cambio rotante dell'ibrido plug-in Jeep Grand Cherokee 4xe del 2022.

Chilometraggio del gas e sicurezza

Il Grand Cherokee 4xe è valutato a 25 miglia di autonomia elettrica con una valutazione di efficienza combinata di 56 MPGe. Un caricabatterie di bordo standard da 7 kilowatt consente una ricarica completa in 3,4 ore utilizzando una fonte CA di livello 2 da 240 volt, ha affermato Jeep.

L’autonomia elettrica è leggermente inferiore a quella degli ibridi plug-in Hyundai Santa Fe e Kia Sorento, nonché della BMW X5 xDrive45e e della Volvo XC90 Recharge. Anche noi non siamo stati all’altezza di quella valutazione, anche nella guida a bassa velocità, ma l’aggressiva frenata rigenerativa della Jeep ci ha permesso di recuperare abbastanza facilmente alcune miglia di autonomia elettrica. Abbiamo anche scoperto che, durante la guida normale, la Jeep è stata in grado di rimanere costantemente in modalità elettrica senza accendere il motore a benzina.

In modalità ibrida, il 4xe è valutato a 23 mpg combinato, il che significa che è solo leggermente più efficiente di un Grand Cherokee con il motore V6 standard, che è valutato a 22 mpg combinato. Come con tutti gli ibridi plug-in, ottieni un vantaggio in termini di efficienza solo se carichi effettivamente il 4xe regolarmente.

Le valutazioni dei crash test dell’Insurance Institute for Highway Safety (IIHS) e della National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) non erano disponibili al momento della pubblicazione. La generazione precedente WK Grand Cherokee non ha ottenuto punteggi perfetti da nessuna delle due organizzazioni, quindi c’è sicuramente qualche margine di miglioramento.

Jeep offre una garanzia limitata di tre anni e 36.000 miglia e una garanzia di cinque anni per il gruppo propulsore, oltre a tre anni di manutenzione programmata gratuita.

Vista posteriore di tre quarti della Jeep Grand Cherokee 4xe ibrida plug-in del 2022.

La nostra presa

La Jeep Grand Cherokee 4xe del 2022 è sia un buon SUV che un buon ibrido plug-in. Le sue capacità fuoristrada e di traino, così come l’ampio spazio interno e di carico, soddisfano il progetto di SUV. Offre anche una quantità utilizzabile di autonomia elettrica, una modalità elettrica che funziona bene nella guida normale e una frenata rigenerativa aggressiva.

Il sistema di infotainment Uconnect 5 di serie e i suoi tre grandi display, insieme a Apple CarPlay/Android Auto e la connettività Amazon Fire TV disponibile, rendono la Jeep anche abbastanza avvincente dal punto di vista tecnologico. La maggior parte dei livelli di allestimento si sentiva anche abbastanza lussuosa per un veicolo di un marchio non premium.

Tutto ciò si aggiunge a un veicolo unico che è difficile da classificare. Se tutto ciò che desideri è un ibrido plug-in con molto spazio, Hyundai Santa Fe e Kia Sorento se ne occuperanno a un prezzo inferiore. Tuttavia, la Grand Cherokee offre una sensazione più esclusiva e più tecnologia rispetto ai modelli coreani a un prezzo di partenza inferiore rispetto agli ibridi plug-in di marca di lusso di BMW, Lincoln e Volvo. Combinando robustezza, tecnologia ed efficienza, Jeep si è trovata una buona nicchia.

Dovresti prenderne uno?

Sì. Questo ibrido plug-in fa tutto.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.