Perché il nuovo Mac Pro è stato completamente assente al WWDC quest’anno

La WWDC 2022 di Apple è ormai arrivata e finita, portando con sé un sacco di annunci entusiasmanti, ma il rilascio di un nuovo Mac Pro non era uno di questi. Di tutte le mancate presentazioni al WWDC quest’anno, il Mac Pro scomparso è sembrato la più grande delusione.

Considerando che l’ultimo Mac Pro è stato rilasciato nel 2019 e funziona con un processore Intel, perché Apple non sta ancora rilasciando un nuovo modello alimentato dal proprio silicio? Bene, la risposta potrebbe non essere così ovvia come potresti pensare.

Alessio Zaccaria su Unsplash

Sono passati quasi due anni da quando Apple ha iniziato la transizione da Intel verso l’utilizzo dei propri chip. A partire da M1, M1 Pro, M1 Max e infine M1 Ultra, la società ha ora annunciato l’imminente rilascio del chip M2. Essendo entrata nella prossima generazione di chip della serie M, sembra che Apple si sia dimenticata del suo Mac desktop più potente.

Voci precedenti indicavano che Apple volesse aggiornare il Mac Pro con il proprio chip prima piuttosto che dopo. Non dimentichiamoci: Apple ci ha detto esplicitamente che il Mac Pro sarebbe passato ad Apple Silicon durante il suo evento di primavera. Ciò ha portato molti a credere che sarebbe apparso al WWDC, insieme a una sorta di nuovo chip di fascia alta, ipotizzato per essere chiamato M1 Extreme. Ciò ha anche portato molti a credere che Apple potrebbe aspettare per annunciare il chip M2 fino all’aggiornamento del Mac Pro. Ma ovviamente non è quello che è successo.

Considerando tutto ciò, non è stravagante sentirsi delusi dal fatto che l’atteso annuncio di Mac Pro non sia ancora arrivato. Tuttavia, se si considera il fatto che Apple sta rilasciando un nuovissimo chip M2, tutto è messo in prospettiva.

Visto che il Mac Pro deve essere il dispositivo più potente (e costoso) di Apple, ha bisogno del chip di fascia più alta a disposizione di Apple. Se Apple sta già passando dall’M1 all’M2, le probabilità che Apple basi questo nuovo chip sull’M1 sono scarse. Invece, quando arriverà, il Mac Pro probabilmente funzionerà su un qualche tipo di nuova configurazione dell’M2. Ciò assicurerebbe che finisca per essere il Mac più potente della formazione.

Apple Mac Pro su uno sfondo chiaro.

Anche se questa volta il Mac Pro ha perso la barca, non dovrai aspettare troppo a lungo. Affinché Apple possa concludere la sua transizione ad Apple Silicon entro due anni, come promesso nel 2020, il Mac Pro deve sfuggire alle grinfie di Intel entro questo autunno.

Inoltre, Apple salva spesso alcune delle sue versioni più succose per Mac per la seconda metà dell’anno, quindi saremmo molto sorpresi se non avessimo un nuovo Mac Pro prima del 2023. Nel frattempo, il gigante della tecnologia ci ha ancora lasciato con molto di cui fare clamore, come il nuovo MacBook Air con il chip M2.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.