PCIe 7.0 per quadruplicare la larghezza di banda dei dispositivi di ultima generazione

PCI-SIG ha appena annunciato che la specifica PCI Express 7.0 di nuova generazione è già in corso. I gruppi di lavoro tecnici stanno ora iniziando lo sviluppo delle specifiche PCIe Gen 7.0, il cui rilascio è previsto per il 2025.

PCIe 7.0 raddoppierà la velocità di trasferimento dati rispetto alla generazione precedente, portandola fino a 128 gigatransfers al secondo (GT/s). Nel frattempo, gli SSD PCIe Gen 5.0 sono ancora molto scarsi.

PCI-SIG

PCI-SIG, il consorzio che gestisce le specifiche PCI e le mantiene come standard di settore aperti, ha presentato PCIe Gen 7.0, promettendo velocità di trasferimento dati mai viste prima. Parte della missione di PCI-SIG è raddoppiare la larghezza di banda in entrata/uscita ogni tre anni e finora è stato così.

L’attuale generazione, PCIe 5.0, arriva a 32GT/s. La generazione che lo seguirà, PCIe 6.0, raggiungerà il massimo a 64GT/s. Ora, sappiamo per certo che la prossima generazione, PCI Express 7.0, raggiungerà vette prima inimmaginabili offrendo un bit rate grezzo di 128 GT/s e 512 GB/s in modo bidirezionale attraverso una configurazione x16.

Mentre il bit rate di 128GT/s è sicuramente impressionante, PCI-SIG ha aggiunto alcuni altri aggiornamenti nel mix. La settima iterazione di PCIe ha altri obiettivi da raggiungere, come l’utilizzo della modulazione dell’ampiezza dell’impulso con segnalazione a 4 livelli (PAM4). Questo schema di modulazione richiede due bit e quindi li combina in un unico simbolo che ha quattro livelli di ampiezza e, di conseguenza, può raddoppiare la velocità dei dati di una rete. È anche il formato di modulazione consigliato necessario per implementare interfacce Ethernet a 400 gigabit.

Oltre a implementare e ottimizzare PAM4, PCIe Gen 7.0 deve rimanere sul punto quando si tratta di mantenere una bassa latenza combinata con un’elevata affidabilità. PCI-SIG vuole anche migliorare la sua efficienza energetica, entrare nei parametri del canale e raggiungere e, infine, mantenere la retrocompatibilità con tutte le precedenti generazioni di PCI Express.

Non sorprende che con questo tipo di prestazioni previste, PCIe 7.0 non si rivolga al consumatore medio. Secondo il comunicato stampa, la specifica viene realizzata per supportare applicazioni emergenti, come 800G Ethernet, intelligenza artificiale e machine learning, nonché cloud e quantum computing. Le nuove specifiche troveranno spazio anche in alcuni dei mercati a più alta intensità di elaborazione, come data center iperscalabili, elaborazione militare/aerospaziale e altri tipi di elaborazione ad alte prestazioni (HPC).

Generazioni PCIe confrontate per larghezza di banda.
PCI-SIG

È una lunga lista di obiettivi da raggiungere, ma c’è ancora un bel po’ di tempo perché tutto questo prenda vita. Per quanto riguarda l’adozione di PCIe sul mercato consumer, non è stata troppo veloce. Sebbene l’attuale generazione sia, in teoria, PCIe 5.0, tali SSD sono ancora scarsamente disponibili. D’altra parte, i pochi di loro che sono già arrivati ​​sul mercato sono estremamente veloci, raggiungendo velocità di lettura di 13.000 Mbps.

La piattaforma Intel Alder Lake supporta PCIe 5.0, ma PCIe 4.0 è ancora la soluzione ideale. Tuttavia, poiché AMD rilascerà presto i suoi processori Zen 4 di nuova generazione con supporto PCIe 5.0, probabilmente vedremo molte più opzioni PCIe 5 tra i migliori SSD.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.