Noah Schnapp su Stranger Things e l’essere un imprenditore

Noah Schnapp è il tipo di creatore che indossa molti cappelli. È un attore noto soprattutto per il ruolo di Will Byers in Netflix Cose più strane. È un imprenditore e investitore che ha recentemente lanciato il marchio di snack TBH e presto entrerà a far parte dell’app Roll come consulente. È anche un bravo studente, dato che Schnapp è stato accettato nella prestigiosa University of Pennsylvania. Non male per uno che deve ancora compiere 18 anni.

L’attore poliedrico si sta preparando per la quarta stagione di Cose più strane, con il volume 1 in arrivo il 27 maggio su Netflix. Prima della premiere, Schnapp ha parlato con Digital Trends di ciò che i fan possono aspettarsi dalla prossima stagione, di come ha gestito il successo in così giovane età, delle sue ultime iniziative di investimento e di ciò che spera di ottenere nei prossimi cinque anni.

Per gentile concessione di Netflix

Nota: questa intervista è stata modificata per lunghezza e chiarezza.

Tendenze digitali: congratulazioni per la prima di Cose più strane. Com’è stato essere di nuovo a New York City?

Noè Grappa: Grazie. Voglio dire, è fantastico. Questo è stato divertente perché è vicino a casa per me. Di solito sono sempre a Los Angeles, ma è stato fantastico. Lo fanno sempre da matti. È stato bello stare con l’intero cast e i registi e poter essere eccitato per la stagione.

È sicuro dire che è la stagione più spaventosa di sempre?

Sì, sicuramente. Penso che tutti l’abbiano toccato, ed è decisamente molto vero. È cruento. È spaventoso. E a volte dovrai distogliere lo sguardo. Quindi preparati.

So che non puoi rivelare troppo, ma c’è qualcosa che possiamo aspettarci da Will in questa stagione che non abbiamo mai visto prima?

Quindi Will sta vivendo una nuova lotta e un nuovo ambiente, e tu lo vedi come un pesce fuor d’acqua. Non è più a Hawkins, ma è in California. Sei abituato a vedere Will combattere un mostro o il Sottosopra e le forze soprannaturali contro di lui. Ma queste sono solo le sue lotte personali e il liceo. È bello vedere quel lato diverso da Will perché siamo così abituati a vedere l’altro tipo spaventoso di antagonista contro di lui. Ma questo è solo un tipo normale di esperienza reale con cui tutti i fan potranno relazionarsi.

Will Byers siede su un divano nella quarta stagione di Stranger Things.

Diresti che recitare è la tua prima passione?

Oh, sì, decisamente. Ho sempre amato recitare e lo faccio da così tanto tempo che è diventata una seconda natura per me. Ed è incredibile. Sono molto fortunato di poterlo fare. Ogni volta che sono sul set, è come se avessi sempre una rivelazione del tipo: “Wow, questo è il mio lavoro”. È così pazzesco per me. Lo amo sempre e amo così tanto quello che faccio. È sicuramente la mia passione numero uno.

Ti stai unendo all’app Roll come consulente. Per le persone che potrebbero non sapere di cosa si tratta, puoi spiegare?

L’app Roll mi interessava. Fondamentalmente il modo in cui funziona è che è un luogo in cui le celebrità possono pubblicare qualsiasi loro contenuto personale. Tutto ciò che non pubblicherebbero per Instagram o altre piattaforme, proprio come una sbirciatina nel loro rullino fotografico. Ecco da dove viene il nome. È stato interessante per me perché cerco sempre di perfezionare ciò che metto su Instagram e questo e quello. Sento che con questa app puoi semplicemente pubblicare qualsiasi cosa ed essere autentico. E i miei fan vogliono sempre vedere cosa sto facendo e stare al passo con me, e penso che questo sia il posto perfetto per farlo. Quindi è ora sull’App Store e mi unirò tra un mese circa. Pubblicando solo i miei contenuti e lasciando che i fan vedano la mia vita.

@noahschnapp

Non posso ballare ma ciao Parigi ❤️

♬ Classico – MKTO

Alcuni attori seguono la strada dell’assenza di social media, ma tu sembri accettarlo. Perché pensi che sia importante rimanere attivi sui social media?

Penso decisamente che i social media possano essere opprimenti e malsani a volte. Ma penso che sia importante per i miei fan poter interagire con me e vedermi fuori dallo schermo. E lo adorano. È bello poter entrare in contatto con loro. Parlo con loro su Instagram e cose del genere e commento alcuni dei loro TikTok. È solo un modo per restituire e apprezzare tutto ciò che fanno per me e tutto il loro supporto e sì.

Esso [social media] quasi umanizza anche te.

Sì, totalmente.

Sembri molto interessato alla tecnologia e agli investimenti. La tecnologia è stata una parte importante della tua vita crescendo?

Certo. Intendo Apple e iPhone e cuffie e tutto il resto. Hanno sempre consumato la mia vita. E ovviamente stavi solo parlando di social media. Di recente ho investito in un sacco di nuove start-up, attività e cose a venire. È davvero eccitante per me in questo momento della mia vita espandermi in altre cose e provare cose che non sono solo recitazione, ma imprenditorialità e quel mondo.

Questo video di Noah Schnapp che apprende di essere stato accettato al college è la cosa più pura del mondo. Complimenti Noè!! 👏 pic.twitter.com/uJRZGueizw

— Netflix (@netflix) 17 dicembre 2021

Ho visto che sei stato ammesso all’Università della Pennsylvania. Alcune persone potrebbero guardarti e dire: “Beh, è ​​un attore di successo. Non ha davvero bisogno di fare tutto questo [invest] o non ha nemmeno bisogno di andare al college. L’università è sempre stata una priorità assoluta per te?

Per me, da quando sono nato, mio ​​padre era tipo: “Andrai al college”. È sempre stato molto importante per me. Penso che in questo momento della mia vita in questo momento, ho ancora bisogno di un po’ di tempo per crescere, imparare e trovare le mie responsabilità e le mie cose. Penso che sia importante per me andare al college e approfittare della scuola lì e imparare qualcosa al di fuori del mondo della recitazione. E adoro espandere ciò che già so ed essere in grado di fare un multiverso di cose. penso che [college] mi preparerà magnificamente per questo. Posso sempre recitare e continuare con quello, ma mi piacerebbe anche espandere le mie conoscenze altrove.

Quindi questo significa che ti vedremo in una stanza del dormitorio? Le persone ti incontreranno nella sala da pranzo?

Sì, totalmente! Sarò tutto intorno e sono eccitato. Ho incontrato un sacco di persone e tutti sono super gentili ed è fantastico.

Abbiamo visto così tante star bambine andate a male. È solo una triste verità. Ma sembri avere una buona testa sulle spalle, soprattutto in così giovane età. Cosa puoi contribuire a quella mentalità positiva e a tutto tondo?

Penso di essere cresciuto con un buon sistema di supporto, un buon team di gestione dietro di me, una buona famiglia e buoni amici. Praticamente tutti, dove vivo, mi trattano in modo super normale e mi colpiscono in testa quando faccio qualcosa di sbagliato. Quindi è bello avere persone che si prendono cura di te, ti osservano e mi tengono in riga. Fin qui tutto bene.

Noah Schnapp appoggia la testa su alcuni barattoli.

Parlami del tuo marchio di snack, TBH. Innanzitutto, da dove è nata questa idea originale?

Quindi, come ho detto, volevo espandermi e fare cose diverse. Volevo avviare un’attività. Stavo esaminando così tante cose diverse e prendendo ispirazione dalle mie passioni. Stavo per entrare nei vestiti o nelle scarpe e sono caduto nel mondo degli spuntini. È sempre stata la mia passione, onestamente, aprire un ristorante. Per avere un marchio di snack, è proprio così. Adoro la Nutella ed ero tipo: “Come posso cambiarlo e renderlo migliore per i consumatori?” Penso che il modo per farlo fosse renderlo più sano e migliore per il pianeta. E così abbiamo fatto. Questa diffusione è solo una specie di primo prodotto di molti a venire, ed è stata una curva di apprendimento molto eccitante e grandi cose sono in arrivo. Abbiamo appena debuttato su Amazon e nelle prossime settimane lanceremo un sacco di vendite al dettaglio. Quindi è davvero eccitante.

Puoi anticipare qualche prodotto in arrivo in futuro?

Non so se mi è permesso dirlo, ma abbiamo sicuramente tutti fatto brainstorming su cose diverse per andare sotto l’ombrello del marchio TBH. Ci sono un sacco di grandi cose lì dentro e sono entusiasta di lanciarle. Sono tutti incentrati su festività e periodi speciali dell’anno.

Sei un attore e ora un investitore. Quattro o cinque anni dopo, c’è qualcos’altro che vorresti aggiungere al tuo curriculum?

Sì, mi piace essere un attore. Mi piacerebbe produrre cose ed essere anche un regista. Naturalmente, sono un imprenditore e ho molte altre attività e prodotti da lanciare in futuro. E poi chissà dove altro mi porterà la vita e cos’altro sarò.

La prima parte di Cose più strane la stagione 4 debutterà su Netflix il 27 maggio.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.