Mac Mini 2022: nuovo design, migliori prestazioni e altro ancora

Alla WWDC 2022, Apple ha annunciato il chip M2 che alimenterà il MacBook Pro da 13 pollici e il MacBook Air riprogettato. Tuttavia, il Mac Mini era in particolare assente da questo annuncio e dall’evento in generale. Apple potrebbe ancora rilasciare l’M2 Mac Mini, ma è difficile dire quando.

Se stai cercando di entrare nell’ecosistema Mac di Apple, il superbo Mac Mini è uno dei modi migliori per farlo. Dopo il modello M1 del 2020, le aspettative sono alte su come Apple potrebbe continuare con nuovi chip e nuove funzionalità, incluso un modello di fascia alta per gli utenti più esigenti.

Abbiamo messo insieme questa carrellata con tutti i dettagli che possiamo trovare sul prossimo Mac Mini. Continua a leggere per vedere cosa ha pianificato Apple per il suo Mac desktop più piccolo.

Data di rilascio

Rich Shibley/Trend digitali

Per un po’, si vociferava che due Mac Mini fossero in lavorazione, con un modello di fascia alta e una versione entry-level che si diceva fossero in arrivo. Dopo quello di Apple All’evento Peak Performance di marzo, è diventato evidente che il presunto Mac Mini di fascia alta era quasi sicuramente il Mac Studio, che essenzialmente assomiglia a diversi Mac Mini impilati uno sopra l’altro.

Detto questo, stiamo ancora aspettando aggiornamenti alla linea principale di Mac Mini. Non solo l’M1 Mac Mini non è stato aggiornato dalla fine del 2020, ma Apple sta ancora vendendo un Mac Mini basato su Intel sul suo sito Web, nonostante abbia promesso di aver quasi completato la transizione ai propri chip Apple Silicon. Ciò significa che entrambe le versioni potrebbero essere aggiornate prima piuttosto che dopo.

Ma quando nello specifico possiamo aspettarci questi cambiamenti? Bene, la Worldwide Developers Conference (WWDC) di Apple il 6 giugno è stata una buona scommessa, ma il Mac Mini non ha fatto la sua comparsa. Tuttavia, ciò non significa che l’M2 Mac Mini non lo è uscire allo scoperto. Semplicemente non è stato lanciato contemporaneamente ai nuovi MacBook.

Un nuovo Mac Mini è ancora in arrivo e quell’idea è rafforzata da una scoperta fatta dallo sviluppatore iOS Steve Troughton-Smith, che ha portato alla luce un indizio interessante nel firmware per il monitor Studio Display di Apple. Il firmware menzionava un Mac non ancora rilasciato soprannominato “Macmini10,1”, che secondo Troughton-Smith potrebbe riferirsi a un Mac Mini M2. Aver menzionato nel firmware ufficiale è una forte indicazione che Apple è quasi pronta per implementare il Mac e, anche con il WWDC fuori mano, potrebbe comunque essere rilasciato nel 2022.

Per quanto riguarda il Mac Mini di fascia alta destinato a sostituire la versione basata su Intel, i tempi di questo modello sono meno certi. Dovremo aspettare e vedere.

Prezzo

L'ultimo Mac Mini, seduto sotto il monitor di un PC.

Ora per il prezzo. L’attuale M1 Mac Mini parte da $ 699, con un secondo modello che costa $ 899. La versione Intel parte da $ 1.099, nel frattempo. Quella struttura dei prezzi ha senso, quindi non saremmo sorpresi se Apple si attenesse ad essa per i nuovi modelli.

L’unico avvertimento è che ci sono voci che circolano sul fatto che il prossimo Mac Mini di fascia alta riceverà un telaio ridisegnato. Quando Apple lo ha fatto in passato, a volte è arrivato con un aumento dei prezzi – vedi il MacBook Pro da 16 pollici del 2021 per un esempio recente, quindi potremmo vedere una situazione simile colpire il Mac Mini.

Un design familiare?

Render del prossimo Mac Mini, con tanto di nuovo design.

Come accennato in precedenza, un presunto Mac Mini, completo di uno chassis ridisegnato, si è rivelato essere il Mac Studio. Tuttavia, c’è un’altra voce che non è stata ancora smentita che suggerisce che il Mac Mini avrà ancora un nuovo look.

A maggio 2021, leaker Jon Prosser ha rilasciato dei render raffiguranti il ​​prossimo Mac Mini con un design molto più sottile rispetto alla sua attuale iterazione (in gran parte dovuto al chip Apple Silicon più efficiente dal punto di vista energetico all’interno), con un corpo in alluminio sormontato da una superficie simile al plexiglass. Ha anche affermato che Apple ha sperimentato diverse opzioni di colore, ma non è noto se questo arriverà al prodotto finito.

Inoltre, nell’agosto 2021, Mark Gurman ha dichiarato nella sua newsletter Power On che il Mac Mini “avrà un design aggiornato e più porte rispetto al modello attuale”. Tuttavia, non è entrato nei dettagli per quanto riguarda la forma e le dimensioni del dispositivo in arrivo.

Il design snello attestato da Prosser ha senso. Con l’avvento del chip M1, Apple è stata in grado di progettare i suoi computer in base alla maggiore efficienza del chip rispetto ai processori Intel, riducendone l’ingombro. Abbiamo già visto i risultati nell’iMac da 24 pollici completamente revisionato, che è stato ridotto a un minuscolo spessore di 11,5 mm, e il Mac Mini potrebbe essere il prossimo a ricevere questo trattamento.

È credibile anche per un altro motivo. Il Mac Mini è un computer popolare nelle server farm grazie alle sue piccole dimensioni, motivo per cui dubitiamo che il presunto Mac “multi-stack” fosse in realtà un Mac Mini (e alla fine, è stato invece rilasciato con il nome di Mac Studio ). Se Apple assottiglierà lo chassis del Mac Mini, sarà una buona notizia per le server farm, che saranno potenzialmente in grado di spremere ancora più macchine sui loro rack.

Detto questo, c’era una voce dissenziente sotto forma del noto analista Apple Ming-Chi Kuo. In un tweet di marzo 2022, Kuo ha spiegato che “il nuovo Mac Mini nel 2023 probabilmente rimarrà lo stesso design del fattore di forma” e ha suggerito che Apple non opterà per un aspetto più snello. Kuo ha predetto accuratamente che non ci saranno nuovi Mac Mini al WWDC 2022 poiché ha affermato che il 2023 vedrà il prossimo nuovo Mac Mini.

Prestazioni ancora migliori

L'Apple Mac Mini 2018 sotto un monitor con due altoparlanti esterni.
Julian Chokkattu/Trend digitali

Non possiamo essere certi delle prestazioni del prossimo Mac Mini per un grande motivo: non è ancora chiaro quale chip utilizzerà. In questo momento, le voci suggeriscono che potrebbe essere l’inedito Chip M2 o M1 Pro.

In questo momento, l’M2 sembra essere il caso più forte, soprattutto da quando il nuovo MacBook Air M2 è stato lanciato al WWDC (insieme all’aggiornamento dell’hardware per il MacBook Pro da 13 pollici). Sembrerebbe strano per Apple lanciare un Mac M2, la sua prossima generazione di architettura di chip, quindi lanciare anche un Mac Mini M1 Pro di generazione precedente insieme ad esso. Una mossa del genere potrebbe potenzialmente far sembrare immediatamente obsoleto il Mac Mini. Per questo motivo, un Mac Mini M2 sembra molto più probabile, con un Mac Mini M2 Pro forse successivo nel 2022 o 2023.

Quindi, se l’M2 è il chip più probabile che vedremo all’interno del prossimo Mac Mini, che tipo di prestazioni possiamo aspettarci? Bene, se si possono credere ai numeri di Apple del WWDC, l’M2 sarà quasi il 20% più veloce dell’M1. Si tratta di un notevole aumento delle prestazioni, sebbene mantenga lo stesso numero di core dell’ultima generazione. Le prime speculazioni prevedevano che l’M2 avrebbe avuto più core dell’M1, il che ha finito per non essere il caso.

Quando alla fine avremo un Mac Mini di fascia alta, il suo chip M2 Pro (supponendo che sia quello con cui viene fornito) sarà un notevole aggiornamento rispetto all’M2. Gli attuali M1 Pro e M1 Max hanno varie opzioni, con una memoria che va da 16 GB a 64 GB. Includono anche le seguenti opzioni principali:

  • M1 Pro con CPU a otto core e GPU a 14 core
  • M1 Pro con CPU a 10 core e GPU a 14 core
  • M1 Pro con CPU a 10 core e GPU a 16 core
  • M1 Max con CPU a 10 core e GPU a 24 core
  • M1 Max con CPU a 10 core e GPU a 32 core

È probabile che M2 Pro e M2 Max (se il Mac Mini lo ottiene) aggiorneranno quei conteggi di base, anche se è troppo presto per dire come potrebbe essere la formazione completa. Tuttavia, Mark Gurman ha dichiarato che Apple sta lavorando su un MacBook Pro da 14 pollici con un chip M2 Pro con 12 core CPU e 38 core GPU. Una precedente newsletter di Gurman aveva anche suggerito che Apple stesse progettando un chip M2 Pro con 12 core CPU e 16 core GPU. È possibile che uno o entrambi vengano offerti all’interno del prossimo Mac Mini.

Nota che sia Gurman che 9to5Mac hanno affermato separatamente che Apple sta testando un M2 Pro Mac Mini ma non hanno menzionato una versione M2 Max, quindi siamo scettici sul fatto che il Mac Mini otterrà quel chip in questa fase.

Caratteristiche: più porte e supporto per monitor

La selezione delle porte nella parte posteriore di un Mac Mini.

I nuovi chip non significheranno solo più potenza, ma influenzeranno anche le funzionalità che puoi aspettarti di trovare nel prossimo Mac Mini. Questo perché controllano una serie di cose oltre alle semplici prestazioni grezze, come la selezione delle porte e il supporto del monitor esterno.

Sebbene l’M1 Mac Mini fosse un passo avanti rispetto al suo predecessore Intel in quasi tutti i modi, aveva uno svantaggio notevole: invece delle quattro porte Thunderbolt offerte dal modello Intel, l’edizione M1 ne aveva solo due. La spiegazione più probabile è che quella fosse una limitazione imposta dal chip stesso.

Non ci sono tali preoccupazioni sui Mac con chip M1 Pro e M1 Max. I MacBook Pro da 14 pollici e 16 pollici, ad esempio, offrono tre porte Thunderbolt rispetto alle due presenti sul MacBook Pro M1. E secondo Mark Gurman e Jon Prosser, il Mac Mini riceverà anche una selezione di porte più generosa.

Mentre Gurman è stato timido sull’esatta disposizione delle porte, Prosser ha messo le sue carte in tavola: quattro porte Thunderbolt/USB-C, due slot USB-A, una porta Ethernet e una porta HDMI è la sua previsione, e questo corrisponde al offerta sull’attuale modello basato su Intel. Potrebbe anche esserci un alimentatore in stile MagSafe come quello dell’iMac da 24 pollici, crede Prosser.

I chip M1 Pro e M1 Max potrebbero risolvere un altro fastidio legato al chip M1: lo scarso supporto per i monitor esterni. Ogni Mac M1 è limitato a un display esterno (tranne il Mac Mini stesso, ma è solo grazie alla sua porta HDMI). Questo è qualcosa di cui ci siamo lamentati nella nostra recensione del MacBook Air M1, e al giorno d’oggi non è davvero abbastanza buono.

Fortunatamente, gli ultimi chip Apple hanno rimediato a questa situazione. L’M1 Pro consente di collegare fino a due display 6K al MacBook Pro 2021, mentre l’M1 Max può supportare fino a quattro monitor (tre 6K e uno 4K). Con Mac Studio, nel frattempo, puoi collegare fino a cinque display esterni (quattro 6K e uno 4K). Il Mac Mini non è dotato di un proprio display, quindi il supporto del monitor esterno è fondamentale e più riesci a connetterti, meglio è.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.