Lo stato triste, fuorviante e imbarazzante dell’HDR nei giochi per PC

L’HDR è ridicolmente negativo per i giochi per PC nella maggior parte dei casi e sappiamo tutti che è vero.

Ciò potrebbe sorprenderti, tuttavia, se pensassi solo a come vengono pubblicizzati i monitor da gioco. Dopotutto, sulla carta, l’HDR è tecnicamente supportato dal monitor, dai giochi e dalla scheda grafica. Diamine, anche Windows supporta l’HDR relativamente privo di bug in questi giorni.

Allora, chi è la colpa allora? Bene, quando ho scavato a fondo per la risposta, ho trovato tre principali colpevoli che spiegano la nostra attuale situazione. E anche con un po’ di luce alla fine del tunnel, questo problema multiforme non sta per scomparire da solo.

Il problema del gioco

Jacob Roach / Tendenze digitali

Devo iniziare spiegando perché l’HDR è un problema specifico con i giochi per PC. È un’esperienza molto variabile a seconda del display che hai e del gioco a cui stai giocando, il che rende tutto questo pasticcio HDR ancora più confuso su PC. Il grande motivo per cui sono i metadati statici.

Esistono tre standard HDR principali: HDR10, HDR10+ e Dolby Vision. Gli ultimi due supportano i metadati dinamici, il che significa sostanzialmente che possono alimentare le informazioni di visualizzazione in modo dinamico in base a ciò che il monitor è in grado di fare e alla scena in cui ti trovi (anche quale fotogramma è attualmente sullo schermo). HDR10, d’altra parte, ha solo metadati statici.

I metadati dinamici sono un grande motivo per cui l’HDR su console è molto meglio dell’HDR su PC.

Solo pochi monitor selezionati supportano Dolby Vision, come Pro Display XDR di Apple, e nessuno di questi è monitor da gioco. Ci sono alcuni monitor HDR10+, ma provengono esclusivamente dai display più costosi di Samsung. La stragrande maggioranza dei monitor si occupa di metadati statici. Tuttavia, TV e console supportano ampiamente Dolby Vision, motivo per cui l’HDR per console è molto meglio dell’HDR su PC.

Come sottolinea Alexander Mejia, ex sviluppatore di giochi e product manager per Dolby Vision Gaming, i metadati statici creano un grosso problema per gli sviluppatori di giochi: “Ci sono sempre più TV, monitor e laptop HDR sul mercato che mai, ma se prendi un coppia dal tuo grande rivenditore locale, il tuo gioco apparirà drasticamente diverso su ciascuno di essi… Come fai a sapere che l’aspetto che hai impostato nel tuo studio sarà lo stesso che vede il giocatore?”

Confronto HDR in Devil May Cry 5.
Jacob Roach / Tendenze digitali

Sul mio Samsung Odyssey G7, ad esempio, I paesi delle meraviglie di Tina Tiny sembra scuro e innaturale con l’HDR attivato, ma Devil May Cry 5 sembra naturalmente vibrante. Cerca le esperienze degli utenti su questi due giochi e troverai rapporti che vanno dal miglior gioco HDR di sempre a una qualità dell’immagine decisamente terribile.

Non aiuta il fatto che l’HDR sia solitamente un ripensamento per gli sviluppatori di giochi. Mejia scrive che gli sviluppatori “devono ancora fornire una versione standard del tuo gioco a gamma dinamica e creare una versione separata per HDR significa il doppio di mastering, test e QA. Buona fortuna per ottenere l’approvazione su questo. “

Ci sono numerosi esempi di apatia degli sviluppatori verso l’HDR. Il recentemente rilasciato Anello dell’Elden, ad esempio, mostra uno sfarfallio terribile in scene complesse con HDR e motion blur attivati ​​(sopra). Disattiva l’HDR e il problema scompare (anche con il motion blur ancora attivo). E dentro Destino 2, la calibrazione HDR è stata interrotta per quattro anni. HDTVTest ha rilevato che il dispositivo di scorrimento non ha mappato correttamente la luminosità nel 2018. Il problema è stato risolto solo a febbraio 2022 con il rilascio di La regina delle streghe espansione.

I giochi sono una fonte di problemi per l’HDR su PC, ma è un problema consequenziale: un problema che deriva da un mercato dei monitor da gioco che sembra congelato nel tempo.

Il problema del monitor

Il monitor Alienware QD-OLED davanti a una finestra.

Anche con i numerosi bug di Windows che l’HDR ha causato negli ultimi anni, i monitor sono la principale fonte di problemi con l’HDR. Chiunque sia in sintonia con la tecnologia di visualizzazione può elencare i problemi senza pensarci due volte, e questo è il punto: dopo anni di monitor HDR che hanno invaso il mercato, i display sono per lo più nello stesso posto in cui si trovavano quando l’HDR è arrivato per la prima volta su Windows.

La conoscenza tradizionale è che un buon HDR richiede almeno 1.000 nits di luminosità di picco, il che è vero solo in parte. I display più luminosi aiutano, ma solo perché sono in grado di ottenere livelli di contrasto più elevati. Ad esempio, il Samsung Odyssey Neo G9 è in grado di raggiungere il doppio della luminosità di picco dell’Alienware 34 QD-OLED, ma il display Alienware offre un HDR molto migliore grazie al suo rapporto di contrasto esponenzialmente più elevato.

Ci sono tre cose di cui uno schermo ha bisogno per ottenere buone prestazioni HDR:

  1. Alto rapporto di contrasto (10.000:1 o superiore)
  2. Metadati HDR dinamici
  3. Gamma di colori ampliata (oltre il 100% sRGB)

I televisori come l’LG C2 OLED sono così desiderabili per i giochi su console perché i pannelli OLED forniscono un contrasto enorme (1.000.000:1 o superiore). La maggior parte dei monitor LED raggiunge un massimo di 3.000:1, che non è sufficiente per un solido HDR. Invece, i monitor utilizzano l’attenuazione locale, controllando in modo indipendente la luce su alcune sezioni dello schermo, per aumentare il contrasto.

Un'immagine colorata sullo schermo OLED di LG C2.
Dan Baker/Trend digitali

Tuttavia, anche i monitor da gioco premium (sopra gli 800 dollari) non sono dotati di zone sufficienti. L’LG 27GP950-B ne ha solo 16, mentre il Samsung Odyssey G7 ne ha otto imbarazzanti. Per un rapporto di contrasto davvero elevato, hai bisogno di molte più zone, come l’Asus ROG Swift PG32UQX con oltre 1.000 zone di attenuazione locale, un monitor che costa più della costruzione di un nuovo computer.

La stragrande maggioranza dei monitor HDR non graffia nemmeno il minimo indispensabile. Su Newegg, ad esempio, 502 dei 671 monitor da gioco HDR attualmente disponibili soddisfano solo la certificazione DisplayHDR 400 di VESA, che non richiede attenuazione locale, gamma di colori estesa o metadati dinamici.

Un esempio di oscuramento locale su un televisore Vizio.

Spendere per un’esperienza premium non è una novità, ma è così da quattro anni ormai. Invece che le funzionalità premium diventino mainstream, il mercato è stato invaso da monitor in grado di pubblicizzare l’HDR senza offrire nessuna delle funzionalità che fanno funzionare l’HDR in primo luogo. E i monitor che selezionano quelle caselle sotto i $ 1.000 di solito tagliano gli angoli per farlo con poche zone di oscuramento locali e una copertura dei colori scadente.

Ci sono eccezioni, come l’Asus ROG Swift PG27UQ, che offrono una fantastica esperienza di gioco HDR. Ma il punto resta che la stragrande maggioranza dei monitor disponibili oggi non è molto diversa dai monitor disponibili quattro anni fa, almeno in termini di HDR.

Luce alla fine del tunnel

Il monitor QD-OLED ultrawide e curvo.

L’esperienza HDR su PC è stata per lo più statica per quattro anni, ma le cose stanno cambiando a causa di alcune nuove fantasiose tecnologie di visualizzazione: QD-OLED. Come mostra l’Alienware 34 QD-OLED, lo è il tecnologia del pannello che guiderà davvero l’HDR nei giochi per PC. E buone notizie per i giocatori, non dovrai spendere oltre $ 2.500 per accedervi.

MSI ha appena annunciato il suo primo monitor QD-OLED con specifiche identiche a quello di Alienware e sospetto che utilizzerà esattamente lo stesso pannello. In tal caso, dovremmo vedere un’ondata di monitor QD-OLED 21:9 entro l’inizio del prossimo anno.

Stiamo vedendo anche più monitor OLED, come l’LG 48GQ900 da 48 pollici che è stato recentemente annunciato. Sono TV commercializzate come monitor da gioco, certo, ma i produttori di display sono chiaramente in sintonia con la domanda di pannelli OLED da parte dei giocatori. Speriamo di vederne alcuni che hanno le dimensioni di un monitor adeguato.

Esistono altre tecnologie di visualizzazione che migliorano le prestazioni HDR, come il mini LED. Ma QD-OLED è il cambiamento sismico che finalmente, si spera, renderà l’HDR una realtà per i giochi per PC.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.