Le migliori cuffie Xbox Series X

Non c’è niente che possa migliorare la tua esperienza di gioco come un buon auricolare. Oltre a portare il gioco direttamente alle tue orecchie, un buon auricolare offrirà un audio spaziale, consentendoti di individuare i suoni intorno a te, un microfono solido e un comfort eccellente, soprattutto per lunghe sessioni di gioco. Le nostre cinque migliori cuffie Xbox Series X soddisfano tutti e tre e più.

SteelSeries Arctis Nova Pro

Professionisti

  • Incredibile qualità audio

  • Connessioni simultanee

  • Audio posizionale

Le cuffie SteelSeries Arctis Pro sono attualmente in cima alla nostra scelta per le migliori cuffie da gioco. A differenza di molte cuffie da gioco, non è necessario un adattatore con Arctis Nova Pro. Può connettersi direttamente alla tua Xbox Series X. Ancora meglio, puoi connettere contemporaneamente un altro dispositivo all’auricolare tramite Bluetooth.

Internamente, Arctis Nova Pro utilizza driver al neodimio da 40 mm con una risposta in frequenza da 20 Hz a 20 kHz. Sebbene la gamma di frequenza non raggiunga l’altezza di alcune cuffie di classe audiofila, può comunque reggere il confronto nel reparto audio. L’ampio panorama sonoro di Arctis Nova Pro offre ai giocatori molta più consapevolezza della posizione nei giochi e, combinato con una soluzione audio surround digitale, ancora di più. L’auricolare stesso è stereo, ma puoi utilizzare Windows Sonic Spatial Audio o Dolby Atmos per cuffie su Xbox Series X per ottenere un suono surround virtuale.

Esternamente, Arctis Nova Pro è dotato di archetto sospeso caratteristico di SteelSeries, che è molto comodo, anche dopo ore di gioco, e padiglioni auricolari grandi e morbidi. Inoltre, l’auricolare è dotato di un microfono ClearCast gen 2 certificato Discord che puoi ritrarre nell’auricolare.

SteelSeries Arctis Nova Pro

Turtle Beach Stealth 700 Gen 2

Professionisti

  • Completamente descritto per meno soldi

  • Funziona in modo nativo con Xbox

  • Memory foam e gel rinfrescante

Quando si tratta di funzionalità, l’auricolare Turtle Beach Stealth 700 Gen 2 corrisponde all’Arctis Nova e lo fa a $ 50 in meno. L’auricolare supporta il wireless nativo con Xbox One, Series X e Series S, non è necessario alcun dongle. Funziona anche con PC Windows, purché tu abbia un adattatore wireless Xbox. Come la coppia Arctis, anche gli Stealth 700 supportano il Bluetooth simultaneo, quindi puoi rispondere alle chiamate o ascoltare musica mentre giochi sulla tua Xbox.

La principale differenza tra lo Stealth 700 e l’Arctis Nova è la qualità costruttiva. L’auricolare Turtle Beach utilizza più plastica. Per fortuna, ciò non porta a una sensazione più economica. Il poggiatesta è ancora rinforzato con metallo e, sebbene non sia dotato di una fascia sospesa, c’è ancora molta ammortizzazione sulla parte superiore. Anche i padiglioni auricolari sono belli e carnosi, dotati di memory foam infuso con gel di raffreddamento Aerofit.

Dal punto di vista audio, gli Stealth 700 sono eccellenti. Gli ampi driver da 50 mm gestiscono i bassi meglio della maggior parte delle altre cuffie da gioco e aiutano a posizionare il suono attorno al paesaggio sonoro. Come tutte le cuffie da gioco, le Stealth 700 sono stereo. Tuttavia, supportano Windows Sonic e Dolby Atmos per cuffie su Xbox Series X.

Turtle Beach Stealth 700 Gen 2 per Xbox

Turtle Beach Stealth 700 Gen 2

Astro A10

Professionisti

  • Ottima qualità del suono

  • Cavo sostituibile

  • Qualità costruttiva incredibile

Ci sono sicuramente cuffie più economiche rispetto all’Astro A10, ma nessuna corrisponde alla qualità costruttiva, alle caratteristiche e alle prestazioni delle cuffie entry-level di Astro. A partire dal suono, gli Astro A10 possono andare contro i migliori. I due driver da 40 mm sono sintonizzati da Astro per i giochi, che è un processo che ogni auricolare intraprende, dagli Astro A10 da $ 50 agli Astro A50 da $ 300.

Inoltre, l’auricolare è dotato di un microfono unidirezionale con funzionalità flip-to-mute e un cavo staccabile da 3,5 mm, assicurandoti di continuare a utilizzare l’auricolare anche se il cavo si rompe.

Ciò che spicca davvero è la qualità costruttiva di questo auricolare. Come tutte le cuffie economiche, le A10 utilizzano quasi esclusivamente plastica. Invece di provare a stipare più punti di regolazione attorno a un corpo di plastica, Astro ha optato per un unico punto di regolazione: su e giù sui padiglioni auricolari. Di conseguenza, il comfort è leggermente peggiore, ma la durata è notevolmente migliorata (semplicemente ci sono meno punti di guasto).

Non che dovresti preoccuparti troppo del comfort. Con ampi cuscinetti su ciascuno dei padiglioni auricolari e una scheggia di ammortizzazione sulla parte superiore, gli A10 sono ancora molto comodi, anche per lunghe sessioni di gioco.

Astro A10

Razer BlackShark V2

Professionisti

  • Leggero e confortevole

  • Ottima qualità del microfono

  • Ottima gamma audio

Le Razer BlackShark V2 sono cuffie da gioco competitive con un design che ricorda molto più le cuffie rispetto alle cuffie da gioco. In quanto tale, il BlackShark V2 è tutto incentrato sulle prestazioni. I doppi driver in titanio Razer Triforce da 50 mm sono eccellenti per posizionare l’audio intorno al paesaggio sonoro. Inoltre, Razer utilizza porte di sintonizzazione separate per le frequenze alte, basse e medie. Il risultato è un audio più chiaro attorno ai punti di crossover, come i medio-bassi, dove altri auricolari vedono un calo significativo della risposta in frequenza.

Altrettanto importante della qualità del suono è la qualità del microfono e i BlackShark non deludono. Il microfono non soffre di compressione allo stesso modo degli altri microfoni con cuffia, offrendo una maggiore chiarezza vocale alle frequenze più alte. Inoltre, il microfono è supportato da una scheda audio USB inclusa, che consente di accedere a funzioni come l’equalizzazione del microfono, la riduzione del rumore ambientale e un gate vocale.

Anche il comfort è eccellente. La forza di presa è un po’ più stretta rispetto ad altre cuffie da gioco, ma con un peso di soli 262 grammi, è facile da perdonare. Altre caratteristiche premium includono una manopola di controllo del volume dedicata sull’auricolare, un microfono staccabile e un parabrezza per il microfono. Il Razer BlackShark V2 è facilmente il miglior headset cablato su Xbox Series X, ma è anche uno dei migliori in generale se giochi a titoli competitivi.

Razer BlackShark V2

Razer Nari Ultimate

Professionisti

  • Il feedback aptico di HyperSense è fantastico

  • THX audio spaziale

  • Progettato per Xbox

contro

  • Non il più comodo per lunghi periodi

Le Razer Nari Ultimate sono una delle cuffie più esclusive sul mercato. Ha un feedback tattile (o rombo, proprio come il tuo controller). Razer HyperSense, come viene chiamata la funzione, è tanto ingannevole quanto può. La cosa pazzesca è che funziona.

Il suono è solo vibrazione, quindi aggiungere ulteriori vibrazioni non si traduce in tremori alla testa. Invece, HyperSense fa molto quando si tratta di enfatizzare le frequenze di fascia bassa. Esplosioni e spari, in particolare, brillano sui Nari Ultimates. Questo perché HyperSense non utilizza motori a feedback tattile standard. Invece di funzionare a una frequenza fissa come il rombo in un controller, i Nari Ultimate utilizzano una gamma di frequenza, consentendo alla vibrazione di adattarsi alla risonanza di qualsiasi suono stia cercando di replicare.

HyperSense è la star dello spettacolo quando si tratta di Nari Ultimates, ma per il resto l’auricolare è comunque impressionante. Gli enormi padiglioni auricolari e l’archetto sospeso sono abbastanza comodi per lunghe sessioni di gioco, sebbene siano ancora leggermente indietro rispetto all’Arctis 9X, e le cuffie sono dotate di audio spaziale THX. La versione “per Xbox One” supporta il wireless anche su Xbox One, Series X e Series S. Attenzione, però: Razer vende un’altra versione di Nari Ultimates che funziona esclusivamente con le console Sony.

Razer Nari Ultimate per Xbox One

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.