Le CPU Intel Sapphire Rapids di nuova generazione sono nuovamente in ritardo

Ora è ufficiale: i processori Intel Sapphire Rapids di nuova generazione sono stati ritardati per la seconda volta. Inizialmente si dice che verranno lanciati nel primo trimestre del 2022, le CPU dovrebbero ora arrivare in un momento successivo non divulgato.

Intel ha affermato che la rampa di volume di questi processori avverrà “più avanti nell’anno rispetto a quanto originariamente previsto”. Cosa sta trattenendo Sapphire Rapids e cosa significa per il suo successore, Emerald Rapids?

Sandra Rivera, vicepresidente esecutivo del datacenter e del gruppo AI di Intel, tiene in mano un wafer Sapphire Rapids. Intel

Queste informazioni provengono direttamente dalla fonte e sono state individuate per la prima volta da Computer Base. Alla BofA Securities Global Technology Conference, Sandra Rivera di Intel ha confermato che la prossima generazione di Intel Xeon Sapphire Rapids sarà ritardata. Fino a quando? Rivera non l’ha detto, ma ha fatto riferimento a un periodo entro la fine dell’anno. Ciò è in linea con le voci che abbiamo recentemente riportato che implicavano una data di rilascio di ottobre per Sapphire Rapids, il che collocherebbe il suo lancio più o meno nello stesso periodo della prossima piattaforma consumer, Intel Raptor Lake.

Intel Sapphire Rapids utilizza lo stesso processo Intel 7 di Intel Alder Lake, il che significa che ha lo stesso nodo di processo a 7 nanometri. Anche se il consumer Intel Alder Lake ha fatto grandi cose, scalando le classifiche dei migliori processori e arrivando sul mercato con una capacità sufficiente, Sapphire Rapids non è stato così fortunato. Rivera chiarisce che l’azienda sperava che la rampa del volume fosse più veloce di quanto non sia stato dimostrato.

I processori Sapphire Rapids iniziali sono già stati spediti a clienti selezionati e ora vengono convalidati. Tuttavia, sembra che Intel non sia ancora pronta per lanciare la nuova gamma di chip ad alte prestazioni realizzati per server, data center e vari carichi di lavoro ad alto consumo di risorse.

Mentre annunciava il ritardo per Sapphire Rapids, Rivera ha parlato del successo di Alder Lake. “Alder Lake, che è il nostro prodotto per i clienti, ha raggiunto quota 15 milioni di unità. Penso che abbiamo annunciato i guadagni del primo trimestre, il che lo rende […] uno dei prodotti per i clienti in più rapida espansione in quasi un decennio”, ha affermato Rivera durante la conferenza. “Quindi il processo è sano, il quadro della capacità è buono”.

Nonostante lo stato apparentemente buono del processo Intel 7, Rivera cita “altri problemi” che l’azienda sta affrontando in collaborazione con i clienti che hanno ricevuto i primi campioni dei processori. È difficile dire quale possa essere esattamente il problema, ma sembra che i problemi con Sapphire Rapids debbano essere risolti prima che Intel possa dare il via libera alla produzione in serie. Solo una volta fatto ciò, i processori saranno ufficialmente rilasciati.

Chip Intel Raptor Lake mostrato in un'immagine renderizzata.
Wccftech

Sapphire Rapids, una volta lanciato, sarà sostituito da Emerald Rapids. Questo è, in parte, un altro motivo per cui è importante che Sapphire Rapids superi la convalida ed entri in produzione perché anche il suo successore sarà basato sulla stessa tecnologia di processo Intel 7 e sarà compatibile con lo stesso socket.

Inizialmente si diceva che i processori Emerald Rapids sarebbero stati lanciati nella seconda metà del 2023, ma è difficile dire se questa stima reggerà. Visti gli attuali ritardi, sembra plausibile che anche la prossima generazione dovrà aspettare ancora un po’. D’altra parte, una volta che Intel riuscirà a appianare i problemi con Sapphire Rapids, forse questa conoscenza sarà utile quando arriverà il momento di iniziare a produrre CPU Emerald Rapids in quantità maggiori.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.