L’app Facebook Messenger aggiunge le chiamate, seguendo l’esempio di WhatsApp

Meta, la società madre di Facebook, sta implementando la scheda Chiamate nell’app Facebook Messenger su Android e iOS. La mossa rimuove una pagina dal playbook di WhatsApp, rendendo le chiamate audio e video con amici e familiari molto più facili per gli utenti di Messenger.

Non tutti gli utenti di Messenger vedranno immediatamente la scheda Chiamate nell’app. Ma i fortunati utenti che lo faranno lo vedranno situato tra le schede Chat e Persone nella barra inferiore dello schermo dell’app.

Meta ha affermato che la decisione di aggiungere le chiamate alla schermata iniziale dell’app Messenger è dovuta al rapido aumento delle chiamate audio e video effettuate tramite la finestra della chat di un altro utente. È emerso che ci sono il 40% in più di chiamanti giornalieri rispetto all’inizio del 2020, quando la pandemia di Covid-19 ha costretto tutti a lavorare da casa e a ricorrere alle riunioni tramite video e audio. Inoltre, gli utenti di Messenger in tutto il mondo effettuano oltre 300 milioni di chiamate audio e video su base giornaliera.

La scheda Chiamate di Messenger è l’ultima di una linea di altri prodotti creati dal team di presenza remota di Meta, tra cui Watch Together e AR Effects, pensati per favorire connessioni più profonde tra le persone e le loro comunità. Sta diventando più simile a WhatsApp in quanto gli utenti saranno in grado di chiamare i propri amici e familiari con la semplice pressione di un pulsante invece di entrare nella chat per avviare le chiamate dall’angolo in alto a destra dello schermo.

WhatsApp è nata dalla necessità per alcuni utenti di chiamare amici e parenti in altri paesi senza il fastidio dei costi interurbani che sarebbero sostenuti dai loro fornitori di servizi mobili se tali chiamate fossero effettuate sulla normale app Telefono, a condizione che pagano una piccola quota annuale per il privilegio. Da quando Meta ha acquistato WhatsApp nel 2014, non c’era più bisogno che gli utenti pagassero una quota annuale, il che significava che potevano chiamare chiunque nel mondo senza costi aggiuntivi.

La popolarità di Facebook potrebbe essere in calo, ma alcune persone continuano a utilizzare la piattaforma e, a loro volta, utilizzano l’app Messenger. Con la scheda Chiamate che rende rapidamente accessibili le chiamate audio e video, sarà interessante vedere l’aumento della concorrenza tra Messenger e WhatsApp.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.