La sordida storia del 5GE, o quando il 5G non è affatto 5G

Nella ricerca di fornire la vera tecnologia 5G, gli operatori wireless hanno naturalmente provato ogni angolazione possibile per promuovere i propri servizi 5G come superiori alla concorrenza. Ciò ha portato a un confuso assortimento di lettere e simboli che spesso appaiono dopo le lettere “5G” sullo smartphone per suggerire che stai ricevendo un servizio in qualche modo migliore della norma.

Anche se questo può essere vero in alcuni casi, c’è almeno un’eccezione in cui significa l’esatto opposto: “5GE” o “5G Evolution” di AT&T non è quello che probabilmente pensi che sia.

Quando il 5G non è in realtà 5G

AT&T ha saltato la pistola nel passaggio al 5G. Per capitalizzare il clamore attorno al 5G, ha deciso che avrebbe provato a comunicare ai suoi clienti che si stava preparando per la nuova tecnologia, “facendo evolvere” la sua rete in 5G, se vuoi.

Per molti vettori, la strada verso il 5G richiede alcuni aggiornamenti alle reti 4G/LTE esistenti e AT&T non ha fatto eccezione. Tuttavia, invece di aspettare che la sua infrastruttura 5G adeguata fosse pronta e pronta a supportare i suoi clienti, il vettore ha deciso di etichettare la sua rete 4G/LTE migliorata come rete “5G Evolution”, ed è nata l’etichetta “5GE”.

Tuttavia, indipendentemente da ciò che ti dice il tuo smartphone, “5GE” lo è non 5G. Il simbolo che compare nella barra di stato non è magicamente determinato dai sistemi operativi iOS o Android che osservano la rete cellulare su cui si trova il telefono; è interamente lì per il capriccio del corriere.

Quando AT&T ha tirato questa acrobazia nel 2019, molte persone sono state indotte in errore nel credere che i loro smartphone 4G/LTE avessero improvvisamente acquisito capacità 5G. Ad esempio, anche se Apple non ha rilasciato il suo primo dispositivo 5G fino all’arrivo dell’iPhone 12 nel 2020, i clienti AT&T con un iPhone XS o iPhone XR hanno iniziato a vedere un’icona “5GE” illuminarsi sui dispositivi quando iOS 12.2 è arrivato all’inizio 2019. I proprietari del Samsung Galaxy S10 e Pixel 4 originali hanno avuto esperienze simili.

Nessuno smartphone 4G/LTE può acquisire funzionalità 5G tramite un aggiornamento software. Questo era un marketing ingannevole da parte di AT&T, chiaro e semplice, ei suoi rivali iniziarono rapidamente a denunciare le sciocchezze del vettore.

5GE non è stato ben accolto

Sprint ha intentato una causa contro AT&T, affermando che “il significato dell’inganno di AT&T non può essere sopravvalutato”. Tra le preoccupazioni di Sprint c’era che la “falsa pubblicità” di AT&T avrebbe danneggiato la reputazione del 5G reale inducendo i consumatori a credere che il 5G non fosse più veloce del 4G/LTE.

“Chiamare la sua rete 5GE non la rende una rete 5G”, si legge nel reclamo di Sprint, e “invece invece i clienti a credere che sia qualcosa che non lo è”.

A peggiorare le cose, 5GE si è rivelato un po’ troppo Più lentamente rispetto ai servizi 4G/LTE dei suoi concorrenti, il che non sorprende considerando che è solo 4G sotto mentite spoglie. Tuttavia, ci si poteva aspettare che la rete 4G/LTE “aggiornata” di AT&T avrebbe effettivamente comportato alcuni miglioramenti delle prestazioni.

Un rapporto dell’inizio del 2019 di Opensignal ha confermato che gli utenti AT&T con “smartphone compatibili con 5GE” hanno avuto un’esperienza migliore rispetto agli “utenti con smartphone meno capaci”, ma chiarisce anche che quei dispositivi “compatibili con 5GE” non sono niente di speciale: loro Sono solo smartphone con funzionalità 4G/LTE ragionevolmente moderne.

Grafico del 2019 confrontando le velocità di download su reti 5GE e 4G.
Segnale aperto

“Gli utenti di AT&T con uno smartphone compatibile con 5GE ricevono velocità simili agli utenti di altri gestori con gli stessi modelli di smartphone che AT&T chiama 5GE”, aggiunge il rapporto.

Sebbene Sprint e AT&T abbiano “risolto amichevolmente” la loro causa, è chiaro che Sprint non ha ottenuto tutto ciò che stava chiedendo. Sprint voleva un’ingiunzione che impedisse ad AT&T di utilizzare la designazione “5GE” o qualcosa del genere. Tuttavia, una fonte ha dichiarato al Dallas Business Journal, che per la prima volta ha riportato l’accordo nel 2019, che AT&T avrebbe continuato a utilizzare la pubblicità 5G Evolution perché “i nostri clienti lo adorano”.

È stato solo dopo che il National Advertising Review Board (NARB) ha censurato AT&T nel 2020 che il vettore ha accettato di fare marcia indietro, almeno in parte. Il NARB ha stabilito che le “affermazioni di AT&T [would] indurre in errore i consumatori ragionevoli facendogli credere che AT&T offra una rete 5G”, e mentre AT&T ha affermato di essere “rispettosamente in disaccordo con il ragionamento”, ha promesso di rispettare la decisione del NARB.

In tal modo, AT&T ha smesso di pubblicizzare “5G Evolution”. Tuttavia, non si è mai tirato indietro dall’utilizzare l’icona 5GE sui suoi dispositivi.

Allora, cos’è 5GE allora?

In poche parole, 5GE non è altro che un nome sciocco per il servizio 4G LTE Advanced. Ciò include funzionalità leader della categoria come l’aggregazione dei vettori, 4 × 4 MIMO e 256 QAM. Tuttavia, niente di tutto ciò è diverso da ciò che Verizon, T-Mobile e Sprint offrivano già ai clienti con un simbolo 4G/LTE.

In altre parole, 5GE non ha significato. In effetti, se hai uno smartphone compatibile con 5G su AT&T, puoi confermare umoristicamente da solo che non è veramente 5G. Vai nelle tue impostazioni e disattiva completamente il 5G, e c’è la possibilità che vedrai l’icona “5G” o “5G+” sostituita con “5GE”. Non è un bug; Il 5G è effettivamente disattivato sul tuo telefono, ma ovviamente 5GE non è 5G.

Purtroppo, ci sono situazioni in cui il 5GE potrebbe essere effettivamente più veloce del vero servizio 5G, ma questo ha più a che fare con il modo in cui i vettori hanno costruito le loro reti 5G a banda bassa. Non è che 5GE sia qualcosa di speciale; è semplicemente che il 5G a banda bassa è ostacolato dalla necessità di condividere le onde radio con segnali 4G/LTE.

Per implementare il 5G il più rapidamente e ampiamente possibile, i vettori si sono rivolti alle frequenze cellulari in banda bassa che già trasportavano segnali 4G/LTE. Ciò è stato possibile grazie a una funzionalità del 5G nota come Dynamic Spectrum Sharing (DSS).

Quando i segnali 5G funzionano sulle stesse frequenze dei segnali 4G/LTE, devono cedere alla tecnologia precedente poiché non sa come condividere. Di conseguenza, il 5G può adattarsi solo agli spazi rimasti. Poiché 5GE è solo 4G/LTE, ha la priorità sul traffico 5G autentico quando la rete è congestionata. Tuttavia, la stessa cosa accade per i clienti Verizon i cui telefoni dicono 4G/LTE.

La conclusione è che quando vedi “5GE” sul tuo smartphone, sei su una rete 4G/LTE. È lo stesso livello di servizio che otterresti da 4G su un telefono Verizon o T-Mobile; AT&T usa solo un’icona diversa.

E gli altri simboli 5G?

La buona notizia è che 5GE è il valore anomalo quando si tratta di simboli 5G palesemente fuorvianti. Gli altri simboli che vedrai come parte dell’icona 5G sul tuo telefono in genere significano che sei su una versione migliore della rete dell’operatore.

Verizon utilizza “5GUW” o “5GUWB” per identificare la sua rete 5G a banda ultra larga, a seconda del dispositivo che stai utilizzando. Inizialmente era costituito esclusivamente da celle mmWave in alcuni dei principali centri urbani, ma il vettore lo ha recentemente ampliato per includere il suo spettro in banda C di fascia media.

AT&T utilizza “5G+” o “5G Plus” allo stesso modo, anche se è molto meno probabile che i suoi clienti vedano apparire questa icona. L’mmWave di AT&T è confinato in luoghi densi come stadi e aeroporti, mentre il lancio della banda C di fascia media è andato più lentamente, coprendo solo otto città in questo momento. AT&T utilizza ancora “5GE” fino ad oggi, ma lo troverai solo se ti allontani dalla copertura 5G effettiva. Forse AT&T dovrebbe chiamarlo “5G Minus”.

Nonostante abbia la rete 5G di fascia media più ampia, T-Mobile ha scelto di non decorare la sua icona 5G. Se sei un cliente T-Mobile, il tuo telefono dirà semplicemente “5G” indipendentemente dal fatto che tu sia su mmWave a banda bassa, media o alta. Con T-Mobile, a meno che tu non sia in una zona rurale, ci sono buone probabilità che tu sia comunque sulla rete 5G a banda media dell’azienda e T-Mobile non sente il bisogno di farlo notare ai suoi clienti.

Mentre alcune persone potrebbero trovare utile sapere quando stanno utilizzando i migliori servizi 5G del loro operatore, queste icone sono essenzialmente espedienti di marketing che tendono a dividere i clienti in “abbienti” e “non abbienti”. Una semplice vecchia icona 5G è noiosa e, anche se stai utilizzando il 5G, è 5G a banda bassa, il che significa che non è probabile che tu ottenga velocità molto più elevate del 4G/LTE.

In ogni caso, finché il tuo smartphone mostra un’icona 5G senza una “E” alla fine, otterrai il miglior servizio 5G disponibile per la tua posizione attuale.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.