La prossima generazione di Apple CarPlay alimenterà la tua intera auto

Apple sta portando CarPlay a un livello completamente nuovo con un enorme annuncio al WWDC 2022. In quella che è stata definita un'”anteprima”, Apple ha mostrato una generazione completamente nuova di CarPlay che si espande oltre l’infotainment e diventa l’intera interfaccia dell’auto, da un indicatore schermo del cluster al gruppo centrale e include tutte le funzioni dell’auto.

Quasi tutte le auto degli ultimi anni hanno CarPlay ed è una delle funzionalità più richieste dagli acquirenti di auto. Tuttavia, è un’esperienza piuttosto sconnessa che ti trasporta in un’interfaccia completamente diversa e ti lascia saltare avanti e indietro al sistema operativo dell’auto ogni volta che vuoi eseguire funzioni “auto” e non funzioni di intrattenimento. Con questo cambiamento, tutto scompare: Apple vuole rendere CarPlay il solo interfaccia nella tua auto.

Questo annuncio riprende un’enorme tendenza nel settore automobilistico, poiché le auto si allontanano da interruttori fisici e indicatori dedicati, optando invece per utilizzare uno schermo gigante – o più schermi distinti – per visualizzare le informazioni. Questo è stato il caso dei modelli economici di Kia e VW, fino agli ultimi e più costosi modelli Mercedes e, naturalmente, Tesla ha avuto una guerra sui pulsanti fisici dal Day 1.

Gli interruttori fisici stanno andando via, se ne vanno Un sacco di lavoro da fare per ricreare queste esperienze nel software e le case automobilistiche si stanno rendendo conto che c’è un’incredibile quantità di lavoro da fare qui. Questo è un lavoro che Apple pensa di essere più pronto a gestire, ed è difficile biasimarli; Mi fido di Apple (o di Google per quella materia) per creare un’interfaccia utente molto più di qualsiasi azienda automobilistica.

Interfaccia Apple CarPlay di nuova generazione che mostra dashboard integrato e opzioni di intrattenimento.

Nella tipica moda Apple, ciò che doveva sfoggiare in questo concetto ti fa pensare che questo mondo fisico senza pulsanti potrebbe funzionare bene. Il quadro strumenti e i display delle informazioni sono tutti chiari, semplici e pieni di informazioni, tutti con lo stesso stile simile a iOS che conosciamo e (in molti casi) amiamo. Apple ha mostrato una varietà di potenziali interfacce, con un grande schermo principale che fornisce un layout simile alla schermata iniziale con grandi widget e pulsanti, o un widescreen più piccolo che mostra una serie di riquadri più piccoli disposti a ventaglio al centro.

A differenza di CarPlay oggi, queste interfacce mostrano tutto delle tipiche informazioni sull'”auto” insieme a quelle che otterresti da CarPlay oggi. In questo modo puoi visualizzare le informazioni sul viaggio e sul carburante, accanto alla guida al percorso di Apple Maps e agli appuntamenti imminenti del calendario. Si integra perfettamente, almeno nella demo curata di Apple, ovviamente.

Nel quadro strumenti, Apple ha evidenziato alcune delle opzioni di personalizzazione simili a iOS, che possono portare tutti i tipi di informazioni (o la loro mancanza) sullo schermo di fronte a te a seconda dei tuoi gusti personali o della modalità di guida. E, naturalmente, poiché tutto questo è legato al tuo iPhone connesso, l’esperienza può essere personalizzata solo in base ai tuoi desideri e bisogni, non in base a ciò che la casa automobilistica ha scelto come predefinito.

Interfaccia Apple CarPlay di nuova generazione che mostra mappe integrate e informazioni sul cruscotto.

Questo è anche un colpo attraverso il cofano di Google, che ha già fatto il salto dalla semplice offerta di un’interfaccia Android Auto collegata al telefono ad Android Settore automobilistico, che è un sistema operativo per l’intera macchina. Android Automotive in realtà fornisce una buona tabella di marcia su come potrebbe andare per Apple.

Una delle tante domande che emergono da questo annuncio è quale livello è in esecuzione sull’auto. Android Automotive funziona in modo nativo sul chipset dell’auto come l’intero sistema operativo del veicolo, ma da ciò che Apple sta mostrando oggi non è chiaro se intende fare lo stesso. Ciò richiederebbe che CarPlay diventasse più una sorta di “CarOS”, piuttosto che semplicemente proiettare un’interfaccia dal tuo iPhone. E francamente, non sono sicuro delle case automobilistiche o gli acquirenti di auto riposerebbero così tanta fiducia in Apple per fornire una connessione iPhone collegata che sia abbastanza stabile e coerente da mostrarti il ​​tuo indicatore di livello e il livello del carburante. Affinché questo genere di cose funzioni correttamente, quasi ha per funzionare in modo nativo sull’auto stessa e utilizzare semplicemente il telefono per la personalizzazione.

Interfaccia Apple CarPlay di nuova generazione con informazioni di viaggio integrate, calendario, meteo e informazioni sulla casa intelligente.

Apple ha affermato che questa nuova interfaccia sarà mostrata nei veicoli reali con una varietà di partner entro la fine del 2023. Nella diapositiva dei partner, mostrava Land Rover, Mercedes, Porsche, Nissan, Ford, Lincoln, Audi, Jaguar, Acura, Volvo , Honda, Renault, Infinity e Polestar. Tra i tanti altri dettagli che ancora non abbiamo, non sappiamo se questo completo L’interfaccia di CarPlay arriverà sulle auto di ciascuna di queste società, o se sarà solo una versione aggiornata dell’esperienza di solo infotainment.

Mi aspetto che Apple abbia uno o due annunci di partnership degni di nota per il lancio di un paio di modelli di auto con l’interfaccia CarPlay completa di prossima generazione, e il resto di questi marchi mostrerà semplicemente un meglio esperienza CarPlay prevista.

Esperienza CarPlay di nuova generazione.

Sono incredibilmente scettico sul fatto che Apple fosse disposta a convincere oltre una dozzina di case automobilistiche a rinunciare all’ingrosso alla loro intera interfaccia automobilistica con l’azienda. Sì, devono affrontare le difficoltà di costruire le proprie interfacce, ma allo stesso tempo, questa è una delle poche aree in cui un’azienda automobilistica può ancora farsi un marchio e offrire ai clienti un’esperienza unica (leggi: bloccata) che crea fedeltà . Dare tutto questo ad Apple ha anche degli aspetti negativi.

È anche facile lasciare che le nostre menti vagano rapidamente verso l’auto Apple a lungo vociferata e cosa potrebbe dirci questa interfaccia sull’esperienza prevista se Apple dovesse mai crearne una propria.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.