iOS 16 risolve le fastidiose reazioni ai messaggi nei testi di gruppo

Con iOS 16, Apple sta aggiornando l’app Messaggi per correggere una scelta di design irritante che ha fatto quando ha introdotto Tapbacks. Ora visualizzerà queste reazioni quando inviate in chat di gruppo con utenti Android in modo che appaiano come se fossero inviate tra utenti iPhone.

Mentre i messaggi tra iPhone e i messaggi tra telefoni Android tramite le loro app native sfruttano rispettivamente iMessage e RCS, lo stesso non vale per le chat di gruppo che si ripiegano sul vecchio protocollo MMS stanco. Quando qualcuno reagisce a un messaggio in un gruppo multipiattaforma, la sua reazione viene inviata come SMS a tutti i membri del gruppo, provocando il famigerato spam “deriso”. È irritante per tutte le persone coinvolte ed è una delle cause della famigerata antipatia della “bolla verde”.

Neil Godwin/Future/Getty Images

Google ha risolto questo problema per gli utenti Android, consentendo loro di ricevere queste reazioni come reazioni appropriate e non come messaggi di spam. Quindi anche Apple, naturalmente, ha dovuto aggiustarlo. Se sei in una conversazione di testo Android/iPhone e qualcuno reagisce a un messaggio, anche gli utenti iPhone ora vedranno quelle reazioni come previsto. È una piccola modifica sulla carta, ma che dovrebbe rendere molto più piacevoli le chat di gruppo con più sistemi operativi. iOS 16 aggiunge anche una serie di altre funzionalità di messaggistica, tra cui la modifica dei messaggi, l’annullamento dell’invio e il supporto di SharePlay.

La battaglia di messaggistica tra Google e Apple si è accesa da quando il primo non è riuscito a lanciare con successo un proprio servizio di messaggistica e ha invece fatto ricorso all’RCS supportato dal vettore. Sebbene sia un successore di SMS e abbia diverse funzionalità “moderne” (inclusi indicatori di digitazione, reazioni e supporto per la condivisione di file), Apple deve ancora adottarlo. Google ha spesso esortato l’azienda a cambiare posizione, ricorrendo anche alla vergogna pubblica, ma è improbabile che Apple lo faccia e ha soddisfatto le richieste di Google con poco più di un silenzio pungente. iMessage funziona per gli utenti iPhone e per coloro che preferiscono utilizzare telefoni Android, è probabile che Apple indichi la ricchezza di app di messaggistica multipiattaforma nell’App Store.

iOS 16 verrà distribuito su iPhone a partire da iPhone 8 e successivi questo autunno. La beta per sviluppatori è ora disponibile e una beta pubblica sarà pubblicata nelle prossime settimane.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.