Intel Raptor Lake potrebbe arrivare in ottobre con un massimo di 5,8 GHz

La 13a generazione di processori Intel, soprannominata Raptor Lake, potrebbe essere più vicina di quanto pensassimo. Una nuova voce indica la data di uscita come ottobre 2022 e le specifiche che si vocifera sono entusiasmanti, con frequenze fino a 5,8 GHz.

Sembra anche che Intel potrebbe lanciare i processori per server Sapphire Rapids di nuova generazione insieme a Raptor Lake. Cos’altro possiamo imparare da questo ultimo giro di fughe di notizie?

Wccftech

Questi nuovi allettanti dettagli di Intel Raptor Lake provengono da una fonte affidabile: un utente Bilibili precedentemente noto come Enthusiast Citizen, che ora è stato rinominato “ECSM_Official”. Sebbene questo utente abbia una comprovata esperienza quando si tratta di perdite hardware del PC, nulla è certo fino a quando Intel stessa non lo confermerà. Tuttavia, c’è molto di cui parlare nelle informazioni condivise oggi da ECSM.

Anche se sappiamo che Intel sta preparando sia i chip mainstream che quelli HEDT per il prossimo futuro, ora sembra che entrambe queste formazioni verranno lanciate a ottobre. Intel HEDT è la famiglia Intel di chip ad alte prestazioni utilizzati in server, data center e altri casi d’uso che richiedono molte più risorse rispetto al normale utilizzo quotidiano. Questa nuova generazione si chiamerà Sapphire Rapids e sarà marchiata come Xeon W-3400 e Xeon W-2400. La maggior parte di noi avrà più familiarità con le CPU Intel Raptor Lake-S che probabilmente compariranno nella nostra lista dei migliori processori Intel entro la fine dell’anno.

Secondo ECSM, Intel Raptor Lake-S offrirà ancora la doppia compatibilità DDR5 e DDR4 che conosciamo da Alder Lake. Ciò potrebbe dare alla nuova piattaforma un vantaggio rispetto ad AMD perché i processori Ryzen 7000 supporteranno solo la memoria DDR5, che è ancora piuttosto costosa, ma AMD prevede che cambierà nel prossimo futuro. Manterranno inoltre la compatibilità con le schede madri della serie 600 esistenti. Oltre ai nuovi chip che ora dovrebbero essere lanciati in ottobre, inizieranno ad apparire nuovi chipset della serie 700. Possiamo aspettarci di vedere lo Z790 di fascia alta in ottobre e l’H770/B770 nel primo trimestre del 2023.

Sulla base di ciò che sappiamo finora, possiamo mettere insieme un’immagine abbastanza chiara dei chip Raptor Lake. I processori manterranno il design ibrido che conosciamo da Alder Lake e saranno basati sul nodo di processo Intel 7. I core delle prestazioni (P) verranno aggiornati da Golden Cove a Raptor Cove e i core di efficienza (E) riceveranno un aumento delle dimensioni della cache. Il conteggio dei core verrà aumentato e ora raggiungerà un massimo di 24 core (otto P-core e 16 E-core) e 32 thread.

Diapositiva teaser di Intel Raptor Lake.
Intel

Si dice che le velocità di clock su Intel Raptor Lake raggiungano nuove vette, raggiungendo fino a 5,8 GHz su alcuni dei chip di fascia alta. Un ulteriore overclocking potrebbe spingere ulteriormente quei numeri. Nonostante i miglioramenti, il TDP dovrebbe rimanere più o meno lo stesso, ma resta ancora da vedere se sarà davvero così. Si dice anche che la dimensione della cache combinata stia ricevendo un enorme aggiornamento e potrebbe raggiungere i 68 MB.

Passando a Intel Sapphire Rapids, anch’esso previsto per il lancio nell’ottobre 2022, sembra che la formazione sarà segmentata in una gamma mainstream e una gamma premium/expert, entrambe supportate dal nuovo chipset W790. La gamma di “esperti” potrebbe offrire fino a 56 core e 112 thread, 112 corsie PCIe Gen 5, memoria DDR5 a 8 canali e possibilmente schede madri a doppio socket. La gamma mainstream riduce le cose di una tacca, raggiungendo un massimo di 24 core e 48 thread, con velocità di clock che raggiungono i 5,2 GHz. Altre caratteristiche includono 64 linee PCIe Gen 5 e memoria DDR5 a 4 canali.

Wccftech è stata la prima a individuare la fuga di notizie su Bilibili e condividere alcuni dettagli extra di Raptor Lake. Visto che anche AMD sta pianificando di rilasciare i suoi processori Zen 4 di nuova generazione più o meno nello stesso periodo, ci aspetta una vera battaglia tra i giganti – ed è davvero fantastico, soprattutto considerando il fatto che per la maggior parte degli ultimi due anni, era il mercato di un venditore. Un po’ di competizione per l’attenzione dei clienti sarà un bel cambiamento rispetto ai prezzi alti e alle carenze a cui tutti siamo ormai abituati.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.