Il produttore di Gundam Evolution, Kazuya Maruyama, parla dell’ampliamento dell’appeal

Evoluzione di Gundam, un nuovo sparatutto multiplayer basato sulla serie anime piena di mech, ha una sorprendente quantità di ampio appeal. Non solo se ne parla dai fan di Gundam, ma sta anche attirando l’attenzione dei giocatori più casual e persino di quelli di eSport hardcore. Se hai notato che il pubblico qui sembra un po’ più eccitato rispetto ai precedenti giochi di Gundam, questa è esattamente la risposta che il Evoluzione di Gundam la squadra spera.

Quando ho scoperto il titolo in stile Overwatch, ho avuto un sacco di domande scottanti come fan di Gundam. Per rispondere a queste domande, ho parlato con Evoluzione di Gundam Il produttore Kazuya Maruyama e il direttore della battaglia Ryota Hogaki. I due hanno parlato delle loro aspirazioni, ispirazioni e decisioni che sono entrate nel gioco.

Cosa ha dato vita all’idea di uno sparatutto competitivo basato su eroi utilizzando la serie Gundam?

Maruyama: Il nostro obiettivo è introdurre questo gioco come gateway per l’IP di Gundam. Naturalmente, mentre ci piacerebbe vedere i fan di Gundam giocare, speriamo anche che una vasta gamma di giocatori di sparatutto a squadre, in particolare giovani e persone al di fuori del Giappone, conoscano Gundam più intimamente attraverso Evoluzione di Gundam.

Ho notato alcuni favoriti dai fan come Zeta e Wing finora assenti. Sono molto curioso di sapere come hai selezionato i Mobile Suit nel gioco.

Hogaki: So che questa è una formazione piuttosto insolita per un gioco di Gundam. Il motivo è che ci stiamo concentrando sul tipo di divertimento che possiamo offrire come sparatutto. Ciò significa che gli standard di selezione non si basano esclusivamente sull’essere le unità leader. Ognuno di loro ha i propri usi situazionali, come GM Sniper II per il cecchino a lungo raggio, la mobilità di Asimmar attraverso la trasformazione e Gundam Barbados come combattente corpo a corpo.

Ci sono serie specifiche di Gundam da cui hai preso ispirazione durante la creazione del look per Gundam Evolution?

Maruyama: Non ci riferiamo a una serie specifica di Gundam, ma direi che più la serie è recente, più diventa sofisticata, come Gunpla. Il nostro obiettivo è creare mobile suit moderatamente eleganti che non sembrino antiquati ma che abbiano comunque un aspetto relativamente naturale con i mobile suit di qualsiasi altro lavoro.

Trasforma un Gundam che vola nello spazio in Gundam Evolution.

Quanti semi saranno selezionabili al rilascio del gioco?

Maruyama: Il numero iniziale di unità disponibili al momento del rilascio sarà 12, esclusi Gundam Exia e Marasai [UC], che erano stati precedentemente implementati nel test di rete del PC. Gundam Exia e Marasai [UC] saranno unità aggiuntive che possono essere sbloccate utilizzando le risorse raccolte attraverso il gioco continuato o acquistate per essere sbloccate immediatamente.

Resta sintonizzato per ulteriori aggiornamenti su come apparirà la formazione finale di unità aggiuntive al rilascio.

Hai aspirazioni o piani di eSport per Gundam Evolution?

Maruyama: Molti membri dello staff di sviluppo hanno molta familiarità con il gioco competitivo, inclusi gli ex top player di Sudden Attack e Crossfire ed ex giocatori di lega professionistica di Sorvegliare e PUBG. Abbiamo ricevuto preziosi feedback da un’ampia gamma di giocatori professionisti sin dalle prime fasi del nostro sviluppo, quindi confido che il bilanciamento del gioco sia regolato bene per tutti.

“WStiamo prendendo vari titoli AAA di primo piano dall’Occidente”.

Quindi, anche se ovviamente abbiamo in mente gli eSport, penso che il primo passo per raggiungere questo obiettivo sia attirare il maggior numero possibile di giocatori. Mi piacerebbe vedere la formazione di comunità non solo in Giappone ma anche in tutto il mondo. Se tutto va bene, alla fine potremo crescere fino al punto in cui potremmo organizzare tornei mondiali!

Ci sono giochi a cui hai preso ispirazione durante la creazione di Gundam Evolution?

Maruyama: Questo genere è molto popolare in Giappone, ma rispetto all’Occidente, il Giappone è ancora un ritardatario. Pertanto, stiamo prendendo vari titoli AAA di primo piano dall’Occidente, inclusi giochi FPS e battle royale come riferimenti per i nostri titoli.

Vogliamo anche aumentare la demografia giapponese per gli sparatutto competitivi in ​​Giappone. Non volevamo rendere questo gioco troppo difficile per coloro che non hanno familiarità con Gundam. Abbiamo anche molte persone coinvolte nel progetto come staff di sviluppo, inclusi ex pro-gamer di titoli come Fuoco incrociato, Attacco improvvisoe Sorvegliareche sono vicini alla scena competitiva.

Ma ovviamente non abbiamo dimenticato l’aspetto Gundam del gioco. Il nostro obiettivo è incorporare elementi che apprezzeranno i fan degli FPS, soddisfacendo anche le persone che stanno giocando per la prima volta a un gioco FPS solo perché si tratta di un gioco Gundam. Ci sforziamo costantemente di creare un gioco che sia interessante sia per i fan di Gundam che per i fan degli FPS.

Screenshot di Gundam Evolution dal punto di vista di Guntank con

C’è qualcosa che stai cercando di modificare finora per la versione finale dopo la prima beta?

Hogaki: Certamente. Non solo gli aggiustamenti di cui abbiamo già parlato nel nostro blog di sviluppo, come Gundam Barbados, Turn A Gundam e Marasai [UC]ma intendiamo apportare continue ed estese modifiche con attenzione senza eccezioni.

Come hai scelto quali abilità sono state assegnate ai diversi mobile suit? Ad esempio, Methuss è il guaritore.

Hogaki: Abbiamo cercato di evitare il più possibile di tracciare chiare classificazioni dei ruoli in questo lavoro. Questo perché se i ruoli sono sottolineati, sarebbe più difficile scegliere i mobile suit che ami. Tutti i mobile suit nel gioco sono in grado di infliggere danni, quindi non esiste un singolo mobile suit che non possa combattere contro i suoi nemici. Il modo in cui affrontano i danni varia a seconda delle loro caratteristiche.

Ci sono già più di 1.000 diversi tipi di ambientazioni diverse nelle opere di Gundam, quindi cerchiamo di selezionare unità con caratteristiche uniche che porterebbero non solo popolarità ma anche diversità.

RX-78-2 Gundam spara un raggio dalla sua pistola in Gundam Evolution.

Quali filosofie di gioco hai inserito in Evolution per renderlo accessibile a tutti i livelli di abilità dei giocatori?

Hogaki: Quando giochi a uno sparatutto a squadre, spesso devi vedere cosa scelgono gli altri giocatori per regolare il bilanciamento, ma se tutte le unità possono infliggere danni, è molto meno pressione scegliere quella che ti piace ed è più facile giocare anche se no uno è disposto ad assumere il ruolo di guaritore. Questo è il tipo di gioco a cui puntiamo.

Pertanto, tutte le unità hanno una funzione di riparazione automatica che guarisce automaticamente se non attacchi. Volevamo evitare la difficoltà di continuare la battaglia se vinci una situazione 1v1 e sei gravemente ferito. Chiunque può fare un passo indietro dalla prima linea e rialzarsi prima di tornare a combattere.

Penso che quando hai dei ruoli, la community tende a standardizzare maggiormente le strutture dei team, ma miriamo a progettare il gioco in modo che ciò non accada. Detto questo, sappiamo che probabilmente vedremo bias di bilanciamento man mano che andiamo avanti, quindi vogliamo fare del nostro meglio per bilanciare le unità in modo da poter essere sicuri che il gioco sia competitivo ed equo.

Evoluzione di Gundam verrà lanciato quest’anno con una seconda beta su Xbox e PlayStation a partire dal 23 giugno 2022.

Raccomandazioni degli editori

  • American Arcadia ha tutte le caratteristiche di un futuro tesoro indie

  • Starfield: data di uscita, trailer, gameplay e altro

  • Diablo 4: data di uscita, trailer, gameplay e altro

  • High on Life: data di uscita, trailer, gameplay e altro ancora

  • Call of Duty: Modern Warfare II: data di uscita, trailer, gameplay e altro






Leave a Reply

Your email address will not be published.