I 10 migliori film Pixar secondo IMDb

La Pixar è uno studio con cui molte persone probabilmente hanno familiarità. La centrale di animazione in CG ha prodotto così tanti fantastici film d’animazione che non solo hanno spinto la tecnologia in avanti, ma hanno anche attratto gli adulti nonostante siano stati commercializzati per la fascia demografica più giovane.

Anche se i critici amano la maggior parte dei film Pixar, il pubblico in generale è molto più esigente riguardo ai loro film preferiti dello studio. Quindi con il suo ultimo film Anno luce non troppo lontano, abbiamo classificato i primi 10 film Pixar in base ai loro punteggi IMDb. Tutti questi film sono disponibili su Disney+.

10. Anima (8.0)

Mentre Anima uscito solo due anni prima della pubblicazione di questo articolo, ha ancora senso il motivo per cui gli utenti di IMDb considerino il film così tanto. Anima racconta la storia di Joe Gardner (Jamie Foxx), un pianista jazz di New York che finalmente ottiene un importante concerto prima che un incidente provochi la separazione della sua anima dal corpo. Ora Joe deve tornare al suo corpo con l’aiuto di un’anima ribelle non nata di nome 22 (Tina Fey).

Oltre a sfoggiare bellissime animazioni e una fantastica recitazione vocale, Anima è un altro esempio di ciò che la Pixar e lo scrittore/regista Pete Doctor sanno fare meglio: prendere temi e idee complessi come il Grande Oltre e “trovare il tuo scopo” e renderli facili da capire per i bambini senza diluirli della loro complessità. Souls presenta anche un’incredibile colonna sonora di Jon Baptiste, Trent Reznor e Atticus Ross che combina con successo jazz vibrante con suoni più eterei. Nonostante sia stato rilasciato esclusivamente su Disney+ a causa della pandemia di COVID-19, Anima ha vinto due Oscar l’anno successivo: uno per il miglior film d’animazione e un altro per la migliore colonna sonora originale.

9. Monsters, Inc. (8.1)

Sulley tiene Mike Wazowski e un Boo travestito in una scena del film Pixar Monsters, Inc.

Monsters Inc. è uno dei film più vecchi della Pixar e anche uno dei più amati. La storia è ambientata in un mondo in cui i mostri viaggiano nel mondo reale per spaventare i bambini in modo che possano alimentare la loro città. Tuttavia, il più grande spaventoso James “Sulley” Sullivan (John Goodman) e il suo migliore amico più piccolo e con un occhio solo, Mike Wazowski (Billy Crystal), rimangono bloccati con una ragazzina umana di nome Boo (Mary Gibbs), che ora devono tornare a casa prima che la Child Detection Agency (CDA) la raggiunga per prima.

Monsters Inc. è un film divertente e sincero che insegna a bambini e adulti che solo perché qualcuno può sembrare spaventoso, ciò non significa che sia spaventoso. Sebbene Goodman e Crystal funzionino in modo eccellente insieme, altre grandi svolte provengono da La sposa di Chucky se stessa, Jennifer Tilly, nei panni della gentile fidanzata di Mike, con un occhio solo alla Medusa, Celia, e l’animatrice Pixar di lunga data Bob Peterson nei panni dell’irritabile receptionist da lumaca Roz. Inoltre, vale la pena ricordare che il frequente collaboratore della Pixar Randy Newman ha vinto un Oscar per aver scritto la canzone dei titoli di coda “If I Didn’t Have You”.

8. Ratatouille (8.1)

Remy sembra felice in una scena del film Pixar Ratatouille

Anche se non è vecchio come Monsters Inc., Ratatouille è ancora un classico Pixar senza tempo. Ambientato nella pittoresca città di Parigi, la storia ruota attorno a un topo parlante di nome Remy (Patton Oswalt) che ama così tanto cucinare che si allea con uno spazzino di ristoranti di nome Linguini (Lou Romano) per diventare il miglior chef di Parigi.

Ratatouille è più divertente ed emozionante di quanto un film su un topo parlante dei cartoni animati abbia il diritto di essere. La frase “chiunque sa cucinare” è detta per tutto il film, ma se vuoi scavare ancora più a fondo, il messaggio principale è non rinunciare ai tuoi sogni, non importa come sembri o da dove vieni. In una nota a margine, Lou Romano era un animatore alla Pixar prima di doppiare uno dei protagonisti Ratatouille, e fa un ottimo lavoro come doppiatore in questo film. Ti chiedi perché non ha recitato più in doppiaggio in seguito?

7. Alla ricerca di Nemo (8.2)

Marlin, Dory e diverse tartarughe posano nell'immagine promozionale del film Pixar Alla ricerca di Nemo

Potresti esserne sorpreso Alla ricerca di Nemo è così in basso nella lista, ma questo parla solo della barra alta che la Pixar imposta da sola con ogni nuova versione. La storia parla di un pesce pagliaccio iperprotettivo di nome Marlin (Albert Brooks) che vive nella Grande Barriera Corallina con il suo unico figlio, Nemo (Alexander Gould). Dopo che i subacquei catturano Nemo, Marlin e una smemorata ragazza blu regale di nome Dory (Ellen DeGeneres) viaggiano attraverso il Mar dei Coralli in Australia per riavere suo figlio.

Anche se è un film d’animazione sul pesce parlante, Alla ricerca di Nemo presenta alcune scene particolarmente spaventose che potrebbero essere troppo intense per i bambini piccoli. Anche così, queste scene influenzano pesantemente i temi del film sull’imparare a lasciar andare e fidarsi del giudizio delle altre persone. Il regista Andrew Stanton incorpora con successo momenti divertenti tra le scene più emotive del film, dando vita a un film che rimane nella memoria molto tempo dopo che i titoli di coda sono finiti.

6. Dentro e fuori (8.2)

Gioia, Tristezza, Disgusto e Rabbia fissano la telecamera in una scena del film Pixar Inside Out

Anche in un decennio in cui la Pixar ha pubblicato principalmente sequel, lo studio ha comunque prodotto almeno un fantastico film originale negli anni 2010: Alla rovescia. Questo film ruota attorno a cinque emozioni personificate – Joy (Amy Poehler), Sadness (Phyllis Smith), Fear (Bill Hader), Anger (Lewis Black) e Disgust (Mindy Kaling) – che vivono tutte nella testa di una giovane ragazza di nome Riley (Kaitlyn Dias). Dopo che la famiglia di Riley si è trasferita dal Minnesota a San Francisco, queste emozioni devono aiutarla ad adattarsi alla sua nuova casa.

Pete Doctor ha co-scritto e diretto Alla rovescia cinque anni prima di co-scrivere e dirigere Anima, e proprio come con il secondo, il primo prende temi complessi come il modo in cui funzionano le emozioni e li presenta in un modo che i bambini possono non solo capire, ma anche pensare molto tempo dopo i titoli di coda. Anche se la trama di Alla rovescia sembra simile alle trame di altri film Pixar, non importa perché il dottore e la compagnia riescono a mantenerlo coinvolgente personificando le diverse parti del cervello di Riley. Ad esempio, tutto ciò che Riley immagina esiste in un parco a tema chiamato Imagination Land, che presenta diverse emozionanti attrazioni tra cui una foresta piena di patatine fritte e un soggiorno dove il pavimento è (letteralmente) lavico. Non c’è da meravigliarsi se il film è così amato.

5. Toy Story (8.3)

Buzz mostra il laser al polso a Woody in Toy Story (1995)

Naturalmente, questo elenco dei migliori film Pixar include il film che ha dato inizio a tutto. Toy Story è incentrato su una bambola da cowboy di nome Woody (Tom Hanks), il leader di un gruppo di giocattoli che prende vita ogni volta che il loro proprietario Andy (John Morris) non è nei paraggi. Tuttavia, l’arrivo di un action figure spaziale chiamato Buzz Lightyear (Tim Allen) minaccia la posizione di Woody come giocattolo preferito di Andy.

L’originale Toy Story non è solo il primo lungometraggio della Pixar, ma anche il primo film completamente animato in CG mai realizzato. Sebbene l’animazione del film possa sembrare datata per gli standard odierni, ha avuto un grande impatto sull’industria dal 1995 in poi. Inoltre, Toy Story mette in mostra una straordinaria recitazione vocale e una storia divertente ma sincera sull’accettazione dei cambiamenti e sull’imparare a fare amicizia. Inoltre, non possiamo dimenticare di menzionare l’iconica sigla di Randy Newman “You’ve Got a Friend in Me”, che in qualche modo non ha vinto un Oscar per la migliore canzone originale l’anno in cui è stata nominata.

4. Toy Story 3 (8.3)

Diversi giocattoli fissano con orrore una scena del film Pixar Toy Story 3

C’è una ragione per cui Toy Story 3 è il primo film d’animazione a incassare oltre 1 miliardo di dollari al botteghino mondiale. La storia vede i giocattoli di Andy che vengono accidentalmente inviati a un asilo nido proprio mentre sta per partire per il college. Dal momento che l’asilo nido è molto peggio di quanto inizialmente previsto dai giocattoli, Woody e la banda devono trovare una via d’uscita e tornare a casa.

Nonostante sia un film per famiglie con classificazione G, Toy Story 3 è molto più scuro dei suoi predecessori e, simile a Alla ricerca di Nemo, presenta diverse scene che possono spaventare i bambini. Tuttavia, Toy Story 3 presenta ancora il fascino e l’emozione per cui il franchise è famoso e offre un finale magistrale per la trilogia. Sì, realizzati da Disney e Pixar Toy Story 4 nove anni dopo, ma almeno quel film è decente.

3. Su (8.3)

Russell, Dug e Kevin stanno intorno a Carl Fredricksen in una scena del film Pixar Up

Non è sorprendente Su apparirà in questo elenco. Il classico della Pixar del 2009 ha come protagonista il defunto, grande Ed Asner nei panni di Carl Fredricksen, un vecchio scontroso che attacca palloncini a casa sua in modo da poterla volare fino a una bellissima cascata in Sud America. Tuttavia, Carl viene presto coinvolto in un’altra situazione che coinvolge un giovane clandestino di nome Russell (Jordan Nagai), un cane parlante di nome Dug (Bob Peterson) e un grosso uccello di nome Kevin.

Anche se questo film è tecnicamente rivolto a un pubblico più giovane, in qualche modo ha una delle aperture più tristi di qualsiasi film di sempre. Alcune persone credono che l’apertura sia l’unica parte buona, ma il resto del film offre una storia divertente ed emozionante su come trovare un’avventura ovunque e in qualsiasi momento. A parte il miglior film d’animazione, Su è stato nominato per altri quattro Academy Awards, tra cui la migliore sceneggiatura originale e il miglior film, rendendolo il secondo film completamente animato ad essere nominato per quest’ultimo dopo il 1991 La bella e la bestia.

2. PARETE∙E (8.4)

WALL∙E e un inattivo EVE si tengono per mano in una scena del film Pixar Up

Ha senso che la prima incursione della Pixar nella fantascienza sia il film n. 2 in questa lista. PARETE∙E racconta la storia di un robot solitario per la raccolta dei rifiuti che ripulisce la Terra dopo che l’umanità l’ha abbandonata 700 anni prima. Tuttavia, WALL∙E incontra un robot da ricognizione di nome EVE, per il quale sviluppa sentimenti e alla fine segue attraverso la galassia.

PARETE∙E include anche messaggi profondi sulla protezione dell’ambiente e sul non fare affidamento sulla tecnologia. La prima metà del film è essenzialmente un film muto in quanto è quasi privo di dialoghi e costringe bambini e genitori a prestare attenzione a ciò che è sullo schermo. Il produttore Jim Morris ha ingaggiato il famoso direttore della fotografia Roger Deakins e il famoso artista degli effetti visivi Dennis Muren per fornire consulenza sull’illuminazione e l’atmosfera per PARETE∙Equindi non c’è da stupirsi che sia così bello.

1. Cocco (8.4)

Alcuni lettori potrebbero essere sorpresi dal fatto che il 2017 sia Cocco è in cima a questo elenco, ma è ancora del tutto comprensibile il motivo per cui è così. Ambientato durante la festa messicana conosciuta come Il Giorno dei Morti, il film segue un ragazzo di 12 anni di nome Miguel (Anthony Gonzalez),= che ama la musica, anche se il resto della sua famiglia la odia. Miguel finisce presto nella mistica Terra dei Morti, dove incontra molti dei suoi antenati, tra cui il famoso cantante messicano Ernesto de la Cruz (Benjamin Bratt).

Oltre a presentare la bellissima animazione per cui la Pixar è famosa, Cocco presenta la cultura messicana in un modo non solo autentico e rispettoso, ma anche accessibile ad altri pubblici. Il film include messaggi sul rispetto della famiglia e sulla ricerca della propria identità, cosa che è stata fatta in precedenza, ma è ancora coinvolgente qui. Oh, e la musica di Cocco è così grande che una delle sue canzoni, “Remember Me”, ha vinto un Oscar per la migliore canzone originale nel 2018.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.