F1 22 in VR è l’ultima fantasia di potere del papà

Con la maggior parte dei giochi annualizzati, non c’è molto di cui entusiasmarsi con l’ingresso di un nuovo anno. Alcune nuove funzionalità e una grafica leggermente ottimizzata possono essere un bel tocco, ma il flusso di rilasci annuali di solito impedisce a franchise come Madden di fornire aggiornamenti radicali tra gli anni.

F1 22 è in controtendenza con il suo pieno supporto VR. I giocatori su PC potranno vivere l’intero gioco attraverso cuffie supportate come Quest 2 per la prima volta in assoluto. Basato su una demo VR che ho giocato al Summer Game Fest, è un’aggiunta significativa alla serie. F1 22 in VR sembra l’ultimo “gioco del papà”, uno che amplifica l’esperienza di simulazione per coloro a cui non dispiace investire in una configurazione tecnologica approfondita.

Entra nella cabina di pilotaggio

La mia demo non è stata esattamente un’esperienza a cui la maggior parte dei giocatori avrà accesso. EA aveva una configurazione da corsa di alto livello allo spettacolo, con una ruota di fascia alta con feedback realistico, pedali e sedia da corsa. Il pezzo forte, ovviamente, era un visore Quest 2, che mi ha messo direttamente nell’abitacolo.

Per fortuna, EA ha mantenuto i controlli semplici per la demo, quindi dovrei solo preoccuparmi di gestire la mia velocità e girare. Sono stato piazzato su una pista standard di F1 ed ero libero di andare in giro in prima persona, usando la traiettoria dinamica del gioco per aiutarmi a regolare la mia velocità.

La serie F1 è già nota per la sua autentica esperienza di simulazione, ma la realtà virtuale apporta un diverso livello di realismo. Di solito, odio giocare ai giochi di corse in prima persona, optando per una visuale in terza persona della mia auto. In VR, quella prospettiva diventa molto più attraente. Stavo sbirciando dai finestrini laterali per vedere meglio le curve imminenti, allungando un po’ il sedile per vedere oltre le mie gomme e mi fermavo persino a guardare il cielo (qualcosa che ha portato a qualche incidente, come ti aspetteresti ).

Ovviamente, niente di tutto ciò funzionerebbe bene come se il core racing non fosse solido come una roccia. Lo sviluppatore Codemasters è uno dei migliori del settore quando si tratta di titoli di corse e questo è stato immediatamente chiaro durante la riproduzione della mia demo. Non stavo affatto pensando ai controlli o alle meccaniche di gioco; Mi sentivo come se stessi correndo, non giocando.

Le auto di F1 girano una curva in F1 22.

Con il suo supporto VR, F1 22 sembra il tipo di gioco che andrà particolarmente a vantaggio di coloro che investono in configurazioni di simulazione di nicchia, da qui il tipo di papà hobbisti che si scatenano su simulatori di volo e giochi di corse. Giochi come la F1 danno il meglio di sé quanto più rimuovono la barriera tra realtà e videogioco. Anche senza una ruota o un sedile di fantasia, il supporto VR fa molto per rimuovere quell’ultimo pizzico di attrito.

Mi sono allontanato dalla mia demo sentendomi come quel papà stereotipato, sognando ad occhi aperti cosa avrei dovuto comprare per costruire la cabina di pilotaggio domestica definitiva. Anche senza quello, sento che le cuffie da sole amplificano davvero il senso di realismo. Non riesco davvero a immaginare di suonarlo in un altro modo.

Lo spero F1 22Il supporto VR sarà qui per restare, ma gli sviluppatori del gioco notano che dipenderà dal tasso di adozione. È stata una funzionalità molto richiesta per anni, ma non è chiaro come si tradurrà in giocatori reali. Coloro che acquistano, tuttavia, potranno giocare l’intero gioco in VR, il che dovrebbe rendere questo uno dei titoli VR più robusti sul mercato al momento del lancio. Questo da solo rende F1 22 molto più attraente del solito aggiornamento annuale.

F1 22 verrà lanciato il 1 luglio per PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X/S e PC. Il supporto VR è disponibile solo su PC.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.