Dai vita a Tiny Tina di Wonderlands con il motion capture

Rilasciato a marzo 2022 (e finalmente disponibile su Steam questa settimana), I paesi delle meraviglie di Tiny Tina funge da tanto atteso successore di Borderlands 2: L’assalto di Tiny Tina a Dragon Keep. In una vena simile a quel DLC, la storia più ampia di Wonderlands si svolge durante un gioco di Bunkers & Badasses gestito da Tiny Tina mentre prepara e guida i personaggi dei giocatori attraverso il paesaggio fantastico.

E mentre Tiny Tina è stata doppiata da Ashly Burch (nota anche per il suo doppiaggio come Aloy nella serie Horizon e Chloe Price in La vita è strana) dalla sua prima introduzione in Terre di confine 2il personaggio preferito dai fan ha davvero preso vita Paesi delle Meraviglie grazie all’arte del motion capture.

Rachel Martin, tecnico di motion capture senior presso Gearbox Software, è l’essere umano dietro i movimenti eclettici di Tina in Paesi delle Meraviglie. In una conversazione con Martin, Digital Trends ha appreso del suo lavoro di motion capture, di come si è preparata per il ruolo di Tiny Tina e delle sfide uniche che si sono presentate durante la pandemia di COVID-19 per il team di motion capture.

(Le risposte all’intervista sono state leggermente modificate per chiarezza.)

Diventare Tina

Martin ha iniziato a lavorare nel motion capture presso Ubisoft Toronto nel 2017, quando ha lavorato sul palco (dove sensori, telecamere e l’uso di altre tecnologie vengono utilizzati per catturare i movimenti e le espressioni facciali di un attore) e ha contribuito a creare il motion capture del viso pipeline per Watch Dogs Legion. Il suo lavoro sulla pipeline di motion capture del viso e i dettagli che porta a Tiny Tina non sono sorprendenti: Martin ama davvero portare il realismo sul viso attraverso il suo lavoro.

“Ciò che inizialmente mi ha attratto verso il motion capture è stata la capacità di catturare i modi di fare degli attori e applicarli all’animazione. Mi è piaciuto poter catturare il realismo all’interno del viso. Ognuno ha alcune stranezze o tratti del viso che, se catturati, danno più vita ai giochi”.

Una volta a Gearbox, Martin è stato contattato per eseguire il lavoro di motion capture necessario per Tiny Tina. Alla domanda sulla sua reazione iniziale alla richiesta di eseguire il lavoro di mocap, Martin dice a Digital Trends di aver sentito “molta eccitazione nervosa e molta pressione”.

“Voglio dire, come potresti non quando devi esibirti per essere all’altezza dell’incredibile doppiaggio di Ashly Burch?” dice Martino. “Io stesso non ho molta esperienza di recitazione, ma sono stato fortunato ad avere un allenamento individuale con il mio capo Shane MacPherson [lead mocap and animation producer at Gearbox], che da anni lavora con attori di motion capture. Ha davvero aiutato ad alleviare quella pressione. E dopo un po’ di allenamento, potrei adattarmi al ruolo di Tiny Tina”.

Per aiutare a prepararsi per il ruolo, Martin è tornato a recitare Assalto alla Fortezza del Drago prima di iniziare. “Essendo un grande fan di Borderlands, conoscevo già Tiny Tina, ma l’ho ripetuto per intero Borderlands 2: Assalto a Dragon Keep per entrare davvero nella mentalità di Dungeons and Dragon”, afferma Martin. “Ho cercato di imitare alcuni dei suoi modi per liberarmi davvero e sentirmi come Tina”.

Sfide pandemiche

Per molte persone, il COVID-19 ha visto un cambiamento nel modo in cui veniva svolto il lavoro. E per Martin, lo stesso è accaduto durante il suo lavoro di mocap per Tiny Tina. Il lavoro di motion capture viene tradizionalmente svolto su un set, ma con l’inizio della pandemia sono entrate in gioco considerazioni sulla sicurezza per il team di motion capture che lavora su Wonderlands e sono state apportate modifiche al processo generale, incluso il lavoro da casa.

“Con il motion capture, si tratta di risolvere i problemi e far funzionare le cose. Per un po’ siamo passati dalle riprese sul set con i registi e lo staff all’utilizzo della tuta di motion capture a distanza XSENS”, afferma Martin. “Questo ci consentirebbe di girare ovunque in sicurezza e di avere registi in remoto tramite Teams per dirigere le riprese. Così, [this is] perché la maggior parte dei video di acquisizione del corpo in motion capture vengono eseguiti nel mio ufficio di casa e non nella normale fase di acquisizione del movimento”.

Dopo due anni, posso finalmente dire che ho avuto il privilegio e mi è stato chiesto di interpretare Tina Tina per Wonderlands. Ho fatto tutto il mocap per corpo e viso con ADR finita @ashly_burch incredibile doppiaggio.

È stato come un sogno dire ehi, quella è la mia faccia! Buon Lancio #TinyTinasIl Paese delle Meraviglie pic.twitter.com/s4LmSVXaBB

— 🌸Skelly🌸🧡💜🌸Anno di FEMC P3P🌸@ FE3Hopes🌸 (@SkellyVee) 25 marzo 2022

“Prima di poter lavorare sul palco stesso, usavamo una tuta XSENS nelle nostre case e registravamo a distanza”, dice Martin. “Era un modo completamente nuovo di acquisire i dati del corpo che richiedeva molti test”.

Durante questo nuovo approccio all’acquisizione dei dati per Tiny Tina, Martin ha anche eseguito un lavoro ADR per le linee vocali di Burch, un processo in cui l’audio viene registrato nuovamente in un ambiente tranquillo, spesso durante la postproduzione.

“Abbiamo anche catturato il corpo e il viso separatamente per non avere così tanta interazione faccia a faccia per la sicurezza. Durante la registrazione dei movimenti facciali, ho avuto il piacere di catturare nel nostro VO Booth in loco e registrare un ADR 1 a 1 sulle battute di Ashly. Penso che cercare di far emergere visivamente la voce di Ashly sia stato un momento straordinario per me”.

Modalità Gremlino

“Noi [the motion capture team] sono visti come un reparto di supporto in molti modi: come se avessi un’idea, risolveremo i problemi e cercheremo di catturare ciò di cui hai bisogno. Abbiamo avuto idee ovunque, dal nuoto alla ricreazione di un incidente aereo fino alla caduta di 30 piedi”, dice Martin a Digital Trends. “Come squadra, creiamo un set sicuro per i nostri attori per interpretare quella scena e poi lo applichiamo ai nostri sistemi di personaggi per l’animazione. Il motion capture è davvero il team che non ti dirà “No, non possiamo catturarlo”, a meno che non sia pericoloso”.

Con questa creatività in mente, il motion capture mira a dare vita a personaggi come Tiny Tina in modo dettagliato, sia attraverso azioni più grandi e coinvolte o piccoli dettagli come posizionare un nuovo NPC o boss sul tavolo con cui i giocatori possono interagire in Paesi delle Meraviglie.

Tina è stata una delle preferite dai fan per anni, e io stesso essendo un po’ un gremlin nella vita reale mi sentivo come se potessi essere all’altezza di quelle aspettative.

Tiny Tina è, letteralmente, un personaggio esplosivo, sia nella personalità che attraverso la sua esperienza di gioco nelle demolizioni. Con quella notorietà tra i fan di Borderlands in mente, ero molto curioso di vedere se Martin avesse qualcosa di particolare da portare ai movimenti di Tiny Tina durante il suo lavoro di motion capture, sia che stesse lavorando dal suo ufficio a casa o sul palco.

“Tina è stata una delle preferite dai fan per anni, e io stesso essendo un po’ un gremlin nella vita reale mi sentivo come se potessi essere all’altezza di quelle aspettative”, dice Martin. “Ho cercato di ricreare i suoi movimenti veloci, molte dita appuntite e solo arti complessivamente sciolti. Ha davvero un movimento spensierato, che è stato semplicemente divertente da ricreare, proprio come la sua rappresentazione più giovane Terre di confine 2. Inoltre, girare entrambi i piedi all’interno ha reso la vita più facile per gli animatori”.

“Il giocatore vede solo la metà superiore del corpo, quindi i movimenti del corpo erano incredibilmente importanti da tradurre in animazione”.

Il modello completo del personaggio di Tiny Tina utilizzato in Tiny Tina's Wonderlands.

Quell’attenzione al movimento e ai dettagli della parte superiore del corpo si vede sicuramente nel gioco finale, dove la recitazione di Martin è stata tradotta nello stile di DM stravagante e simile a un gremlin di Tiny Tina che coinvolge molte palle curve lanciate al giocatore, gesti delle mani ed espressioni generalmente caotiche .

E per Martin, il suo lavoro non è affatto finito dopo aver lavorato nel team di motion capture per Paesi delle Meraviglie, che è stato il suo primo grande progetto con Gearbox. Quando le è stato chiesto se avesse dei progetti imminenti, non poteva ancora condividere alcun dettaglio, ma ha detto: “Ma sono così entusiasta di farne parte e non vedo l’ora che tutti lo vedano!”

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.