Come spostare Windows 10 su un SSD

Se stai ancora utilizzando un disco rigido come unità di avvio principale, potresti davvero trarre vantaggio dallo spostamento di Windows su un’altra unità, preferibilmente un’unità a stato solido. Per mantenere i tuoi dati esistenti così come sono ma goderti la velocità dell’SSD, dovrai spostare il tuo sistema operativo (e tutti i dati in esso contenuti) sulla nuova unità. Non è così complicato come sembra, però, e significa che ti rimetterai in funzione molto più velocemente che se avessi semplicemente iniziato da zero.

Windows 10 non lo rende semplice, ma le istruzioni seguenti semplificano il più possibile la clonazione e lo scambio dell’installazione di Windows 10 su un nuovo disco rigido.

Ti mostreremo come spostare Windows 10 su un SSD in pochi passaggi. Prendi nota, tuttavia, che questa guida è rivolta a persone che stanno solo cambiando unità, anche se questo metodo potrebbe funzionare se stai costruendo un nuovo rig o scambiando computer, a seconda della configurazione. Probabilmente non funzionerà con nessun progetto di virtualizzazione, anche se puoi trovare quei servizi se sei disposto a pagarli.

Prima di iniziare a provare a spostare Windows 10 su una nuova unità, è importante installare la nuova unità in modo che sia pronta per il processo. Per suggerimenti al riguardo, consulta la nostra guida approfondita su come costruire un PC.

Scarica Macrium Reflect gratis

Come parte della nostra guida, utilizzeremo Macrium Reflect Free. Questo software ti consentirà di clonare gratuitamente l’unità principale con Windows 10 installato su un nuovo SSD. Tieni presente che per la clonazione avrai bisogno anche di un SSD di destinazione più grande o uguale all’unità principale. Altrimenti, questo non funzionerà.

Passo 1: Vai al sito Web e scegli l’opzione commerciale gratuita Reflect 8. Clicca il Download gratis e inserisci la tua email. Scegliere Ho bisogno di una licenza gratuita personale.

Passo 2: Dopo aver scelto questa opzione, fare clic su Continua e quindi controlla la tua e-mail per le istruzioni per il download.

Passaggio 3: Visita il link nella tua e-mail, scarica l’app e installala. Durante l’installazione, scegli il Gratuito opzione e scegli Scarica in fondo. Assicurati che il Esegui il programma di installazione direttamente dopo il download viene anche fatto clic sul pulsante in modo che l’app si installi automaticamente.

Passaggio 4: Segui le istruzioni sullo schermo. Continua a cliccare Prossimo sui prompt e deseleziona tutte le caselle per l’installazione di software aggiuntivo. Clicca il Fine e lascia che l’app si installi. Al termine, fare clic Avvia adesso.

  Macrium Reflect Free su Windows 11.

Configura Macrium Reflect 8 per la clonazione dell’unità

Una volta installato Macrium Reflect 8, puoi aprire il software e avviare il processo di clonazione. Ecco come.

Passo 1: Clicca sul Dischi locali scheda in alto e scegli il tuo disco principale con i tuoi dati. Scegli il Clona questo disco opzione nel mezzo dell’app. Saprai che questo è il tuo disco principale in quanto avrà più partizioni su di esso.

Passo 2: Quindi, fai clic su tutti i segni di spunta sul disco principale. Assicurati che tutto e tutte le partizioni siano controllate.

Passaggio 1 della clonazione di un disco in Windows 11.

Passaggio 3: Dirigiti verso il Seleziona un disco su cui clonare area, quindi seleziona il tuo nuovo SSD dall’elenco nell’app. Se non lo vedi, riavvia l’app. Ti consigliamo di scegliere il Cancella disco opzione e cancella l’SSD in modo che sia vuoto, come nel nostro screenshot qui sotto.

Passaggio 3 della clonazione di un disco in Windows 11.

Passaggio 4: Per continuare, scegli il Copia le partizioni selezionate quando faccio clic su Avanti opzione e assicurati che sia selezionata. Clicca il Prossimo pulsante per procedere.

Passaggio 5: Verrai indirizzato a una pagina di pianificazione opzionale. Salta questo e fai clic Prossimo. Vedrai un riepilogo di tutto ciò che stai per completare, come mostrato di seguito. Clicca il Fine pulsante.

Un riepilogo della clonazione dei dischi in Windows 11.

Passaggio 6: Nel menu a comparsa, scegli il Esegui ora questo backup scatola. Accetta qualsiasi avviso e fai clic Continua > OK.

Passaggio 7: Siediti e aspetta mentre il tuo disco viene clonato. Potrebbe volerci un po’ di tempo, a seconda della velocità del tuo PC e del tipo di SSD che stai utilizzando. Il nostro clone ha impiegato sette minuti.

Il passaggio finale della clonazione di un disco in Windows 11.

Passaggio 8: Al termine, dovresti vedere che il tuo disco è ora completamente clonato ed entrambi hanno lo stesso aspetto nell’utilità di Macrium Reflect 8, come mostrato sopra.

Un'aria compressa può essere diretta verso l'interno di un PC per rimuovere la polvere.

Ekaterina Krasnikova/Getty Images

Cambia il tuo nuovo SSD nell’unità di avvio

Per terminare questo processo, ti consigliamo di impostare la tua nuova unità come unità di avvio principale. Puoi lasciare la vecchia unità nel tuo PC se prevedi di usarla per qualcos’altro. Altrimenti, puoi rimuoverlo anche fisicamente.

Passo 1: Avvia nel BIOS del tuo PC o nelle impostazioni UEFI. Di solito, ESC funziona per questo, oppure puoi usare il Elimina chiave. Se non sei sicuro, consulta le guide online o la pagina di supporto del produttore del tuo PC.

Passo 2: Entra nel Impostazioni di avvio scheda e rimuovi o disabilita la tua vecchia unità come una delle opzioni di avvio, quindi aggiungi o abilita la nuova unità al suo posto. Alcuni BIOS o UEFI ti permetteranno di trascinare l’unità o selezionarla da un elenco di controllo.

Le impostazioni del BIOS su un PC Windows 11.

Passaggio 3: Una volta che hai la tua nuova unità come opzione di avvio principale, fai clic su Salva ed esci pulsante, solitamente etichettato nel BIOS. Il tuo sistema dovrebbe ora avviarsi sul tuo nuovo SSD!

Domande frequenti

Vale la pena spostare Windows 10 su un nuovo SSD?

Lo spostamento dei dati da un tradizionale disco rigido rotante a un SSD offre un enorme vantaggio in termini di prestazioni. Gli SSD sono molto più veloci dei dischi rigidi, il che significa che se puoi spostare Windows 10 su una nuova unità, il tuo PC si avvierà molto più velocemente. Anche i tuoi giochi si caricheranno più velocemente e anche le app funzioneranno meglio. Abbiamo una guida dedicata che spiega le differenze, ma alla fine l’intero sistema si sentirà più reattivo una volta installato Windows su un SSD.

Devo reinstallare Windows quando mi sposto su un SSD?

In realtà non sarà necessario reinstallare Windows quando si passa a una nuova unità. Questo è fintanto che usi il software che menzioniamo in questo pezzo.

Utilizzando un software specializzato, puoi “clonare” l’unità e copiarla su Windows esattamente come l’hai lasciata. Nella peggiore delle ipotesi, potresti dover riattivare Windows dopo essere passato all’SSD, il che non dovrebbe essere un problema. La nostra guida separata tratta i problemi con l’attivazione di Windows.

Se tutto il resto fallisce, puoi eseguire il backup dell’installazione di Windows 10 esistente e ripristinarla in un secondo momento dopo aver installato Windows 11 sul nuovo SSD sul tuo PC. La nostra guida copre anche i backup e le reinstallazioni.

Nella nostra guida utilizziamo Macrium Reflect 8 come software clone, ma ce ne sono molti altri, come EaseUS Todo Backup Free o AOMEI Backupper Standard. Inoltre, se per qualche motivo dovessi riscontrare problemi, ti consigliamo di riposizionare la tua vecchia unità nel PC e di eseguirne il backup su un SSD esterno separato. Quindi, installa Windows in modo pulito e ripristina manualmente i file e le app.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.