Come ripristinare i file utilizzando Time Machine su un Mac

Sapere come ripristinare i file Mac da un backup di Time Machine è molto importante, offrendo una soluzione quando manca un file o un documento è stato modificato in modo imprevisto. Il recupero dei file con Time Machine è semplice e veloce e protegge il proprietario sia da guasti hardware che da incidenti.

Time Machine è il software failsafe integrato in MacOS sin dalla prima versione di OS X, che ha apportato importanti modifiche e miglioramenti al sistema operativo di Apple. Con Time Machine, i backup sono automatici e ripristinare un file mancante o ripristinare una versione precedente di un documento è facile.

Come funziona Time Machine

Anziché salvare semplicemente un’istantanea dell’intero sistema quando l’utente si ricorda di eseguire il backup dell’unità, Time Machine salva i backup ogni ora e conserva più copie di ogni modifica apportata a ogni file. Ciò significa che consente una sorta di viaggio nel tempo in cui è possibile accedere alle versioni precedenti dei file. Se si salvassero più versioni di ogni file ogni ora, la dimensione del backup diventerebbe rapidamente ingestibile. Apple ha trovato un modo per salvare solo le modifiche e mantiene le versioni precedenti solo finché rimane spazio per archiviarle. Quando lo spazio assegnato a Time Machine inizia a riempirsi, il sistema elimina le vecchie copie dei file e salva quante più nuove versioni possibili.

Come accedere a Time Machine su un Mac

Per ripristinare un file da Time Machine su un Mac, apri l’app Time Machine: lo troverai in Trampolino di lancio o il Applicazioni cartella. Se nella barra dei menu viene visualizzata l’icona di Time Machine, è possibile avviare l’app selezionando Entra nella macchina del tempo dal menu. L’icona del menu di Time Machine sembra un quadrante di un orologio circondato da una freccia che punta in senso antiorario (per suggerire che il tempo si sposti all’indietro), una bella rappresentazione visiva dello scopo dell’app.

Screenshot di Time Machine Timeline su un Mac

Come ripristinare i file Mac da Time Machine

Quando si apre l’app Time Machine, la finestra del Finder più recente sarà centrata sullo schermo con diverse copie sbiadite della finestra che si estendono dietro di essa. È un bell’effetto che trasmette immediatamente il senso di vedere indietro nel tempo. Puoi fare clic su una qualsiasi delle finestre dietro la finestra principale per tornare a una vista precedente dei contenuti, ma è molto più utile avere un’idea del periodo preferito utilizzando la sequenza temporale che appare sul bordo destro dello schermo. Le copie più recenti vengono visualizzate in basso e passando con il mouse sopra un mese o un giorno si espande quel periodo per mostrare più dettagli, rendendo possibile selezionare un’ora in modo più preciso. Facendo clic in un punto qualsiasi della sequenza temporale verranno visualizzati i contenuti della cartella Mac corrente all’ora e alla data specificate.

Passo 1: Individua il file che desideri ripristinare, quindi fai clic con il pulsante destro del mouse sul file o sulla cartella e scegli Ripristina in… dal menu.

Screenshot di Time Machine che ripristina un file o una cartella Mac

Passo 2: Apparirà una finestra del browser dei file che chiede dove salvare il file o la cartella e se esiste già un elemento con lo stesso nome, MacOS ti darà le opzioni per Mantieni l’originale, Tieni entrambio Sostituire. Se entrambe le versioni vengono mantenute, la versione precedente avrà “(originale)” aggiunto alla fine del nome del file.

Screenshot di Time Machine che seleziona una destinazione di ripristino

Passaggio 3: Dopo aver ripristinato il file o la cartella, apparirà nella cartella di destinazione che hai selezionato.

Screenshot della cartella Time Machine ripristinata

Come utilizzare Quicklook per una migliore ricerca in Time Machine

A volte essere in grado di scegliere un’ora e una data non è così utile se ciò che è rilevante è un particolare cambiamento nei contenuti. Ad esempio, vedere quando il secondo paragrafo di un documento è stato rivisto e ripristinare il file da quella data potrebbe essere molto più utile che ripristinare alla cieca il file salvato il 1 aprile 2022 alle 12:34 La funzione QuickLook di MacOS aiuta a visualizzare in anteprima i documenti e immagini facilmente toccando semplicemente la barra spaziatrice quando viene selezionato un file di interesse.

Spostandoti tra orari e date con Time Machine e utilizzando QuickLook, puoi trovare la versione corretta di un file. I file mancanti sono ancora più facili da individuare se conosci la cartella in cui si trovano.

Cosa succede se Time Machine non è abilitato?

I backup di Time Machine sono disponibili solo se la funzione è stata configurata e l’unità di backup è collegata prima che vengano apportate modifiche a un file. Non è possibile ripristinare un file da Time Machine se non è mai stato salvato per cominciare. In questo caso, potresti voler controllare se sono stati salvati altri backup. Ad esempio, iCloud può essere utilizzato per salvare i backup ed esistono diverse soluzioni di terze parti. Se non sono stati eseguiti backup, forse il file necessario è stato condiviso su un iPhone o iPad e una copia può essere inviata al Mac.

E se Time Machine non funziona?

Se Time Machine si apre ma non consente di passare a una data diversa, l’unità di backup potrebbe non essere disponibile. Per un’unità esterna, assicurati che sia collegata al Mac. Se l’unità di backup è connessa tramite Wi-Fi, i problemi di rete potrebbero interferire con il funzionamento di Time Machine.

Il ripristino dei file utilizzando Time Machine su un Mac è rapido e indolore. Anche quando è necessaria la risoluzione dei problemi, spesso è solo questione di collegare l’unità di backup. Sebbene iCloud sia conveniente per il backup di foto e video da un iPhone, può comportare costi di abbonamento mensili più elevati. Time Machine è una buona soluzione per salvare i backup su un Mac ed è gratuito. Time Machine di Apple semplifica l’utilizzo di un Mac ed è lì per prendersi cura di incidenti e problemi occasionali, mantenendo al sicuro tutti i file importanti dell’utente.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.