Come bloccare i tracker di terze parti nel tuo browser

I cookie sono artefatti di dati salvati dai browser Web sui nostri dispositivi connessi a Internet. Conservano un registro dei siti Web visitati e, nel caso di cookie proprietari, sono importanti per alcune funzionalità essenziali del sito Web.

I cookie di terze parti, d’altra parte, sollevano problemi di privacy, sicurezza ed etica. La privacy è fondamentale per la maggior parte delle persone oggi a causa dell’aumento delle violazioni dei dati, che porta molti utenti a cercare livelli di sicurezza aggiuntivi durante la navigazione.

Come posso interrompere il monitoraggio del browser?

I cookie di terze parti rappresentano un’altra facile opportunità per gli utenti di Internet di bloccare alcuni tentativi di tracciare e capitalizzare il proprio traffico Internet e le ricerche sul Web. Ecco come puoi bloccare questo monitoraggio di terze parti per rimanere al sicuro.

Blocca i cookie con una VPN

Un modo per bloccare il monitoraggio del browser è utilizzare una rete privata virtuale (VPN) per disaccoppiare il tuo indirizzo IP dalla tua attività online. Mullvad e ProtonVPN sono generalmente considerati favorevolmente tra gli esperti di privacy, ma sei incoraggiato a fare le tue ricerche.

Le VPN non bloccano tecnicamente i cookie, ma forniscono un modo per aggirarli. Poiché questi programmi reindirizzano il tuo traffico Internet attraverso server in altre posizioni, inganneranno alcuni cookie di tracciamento. Alcune VPN sono inoltre dotate di una funzione che puoi attivare per bloccare i cookie. Cerca un interruttore che dice qualcosa sulla falsariga di “blocca il monitoraggio di terze parti” per abilitarlo.

Blocca i cookie in modalità di navigazione in incognito

Una domanda frequente è: devo bloccare i cookie di terze parti in incognito? Se la modalità di navigazione in incognito mantiene nascosta l’attività del tuo sito Web, qual è il significato di bloccare i cookie di terze parti in modalità di navigazione in incognito?

A meno che tu non stia utilizzando un browser di nicchia, l’accesso alla modalità di navigazione in incognito disabilita quasi sicuramente i cookie di terze parti. L’utilizzo di un browser con una quota di mercato apprezzabile dovrebbe andare bene quando si tratta di cookie di terze parti. Mentre il tuo browser memorizzerà i cookie in modalità di navigazione in incognito mentre hai la finestra aperta, li cancellerà non appena la chiudi, impedendo a terze parti di rintracciarti.

Alcuni browser Web moderni forniscono anche un’opzione “Do Not Track” che puoi attivare o disattivare, che ha lo stesso effetto della disabilitazione dei cookie di terze parti, anche quando non sei in incognito. Ecco come bloccare i cookie di tracciamento in Chrome e negli altri principali browser Web e sistemi operativi.

Come bloccare i cookie di tracciamento in Google Chrome

Ecco come bloccare i cookie di tracciamento in Chrome e negli altri principali browser Web e sistemi operativi.

Se hai Chrome, ecco alcuni modi per bloccare i cookie di tracciamento nel tuo browser:

Passo 1: Innanzitutto, tocca o fai clic sull’icona del menu nell’angolo in alto a destra della finestra di Chrome aperta.

Passo 2: Nel menu a discesa, seleziona Impostazioni.

Passaggio 3: All’interno di Impostazioni, trova il Privacy e sicurezza sezione.

Passaggio 4: Selezionare Cookie e altri dati del sito.

Passaggio 5: Il menu risultante ti offre un controllo granulare sui cookie di terze parti in Windows, in incognito e altro, incluso il blocco completo.

Perché i cookie sono un problema per la privacy?

Questo è un problema per chi è attento alla privacy. Ci sono ramificazioni etiche e possibilmente legali per ciò che sta facendo quel sito Web o servizio online. Tuttavia, gli utenti possono ricevere un riepilogo dettagliato di qualsiasi impronta del browser o profilazione utente in corso dietro le quinte. In tal caso, devono selezionare “sì” in un modulo di adesione di accompagnamento. Stati e territori come la California e il Regno Unito stanno cercando di aprire la “scatola nera” delle pratiche di raccolta dei dati degli utenti web utilizzando una legislazione incentrata sulla privacy.

Ci sono ragioni per cui questa tecnologia esiste e ragioni per cui un utente potrebbe voler aderire. In un modo o nell’altro, le persone vedono la pubblicità in vari momenti della loro giornata. Ad alcuni utenti di Internet potrebbe non importare la prospettiva di annunci più pertinenti.

Se i metodi utilizzati per indirizzare tali annunci siano etici o meno è una domanda che è meglio lasciare agli individui. Se vuoi saperne di più sulla privacy dei cookie, dai un’occhiata al pezzo di Digital Trends qui: I cookie stanno sgretolando la nostra privacy? Abbiamo chiesto a un esperto di scoprirlo.

Come disabilitare i cookie di terze parti in Safari

Ecco come disabilitare i cookie nel browser di Safari:

Passo 1: Clic Safari > Preferenze nella barra dei menu della finestra di Safari aperta.

Passo 2: Passa a Privacy pannello nel menu che si apre.

Passaggio 3: Accanto Cookie e dati del sito webfare clic sul pulsante per Blocca tutti i cookie.

Passaggio 4: Se utilizzi iOS o iPadOS, apri l’app Impostazioni e vai alle impostazioni di Safari. Sotto Privacy e sicurezzaattiva il Blocca tutti i cookie attivare.

Come disabilitare i cookie di terze parti in Firefox

Se hai Firefox, ecco come disabilitare i cookie di terze parti nel tuo browser:

Passo 1: Seleziona il menu principale dall’angolo in alto a destra.

Passo 2: Selezionare Opzioni > Privacy e sicurezza nel menu a tendina.

Passaggio 3: Vedrai un Privacy del browser sezione. Per bloccare i cookie, sposta il toggle da Protezione standard a Protezione personalizzata.

Passaggio 4: Protezione personalizzata fornisce opzioni per bloccare tutti i cookie di terze parti, i cookie di terze parti da siti che non hai visitato e altre opzioni.

mozilla firefox chrome recensione confronto 2020 mozillafirefoxcommentillustration

Mozilla

Come disabilitare i cookie di terze parti su Android e iOS

Disabilita i cookie di terze parti su Android se utilizzi Chrome. Puoi farlo facilmente usando i passaggi precedenti. Se stai utilizzando un browser alternativo, quel prodotto potrebbe avere le proprie impostazioni per manipolare o disabilitare i cookie. Chrome su Android ha il vantaggio di offrire funzionalità di blocco dei cookie di terze parti anche per i siti Web che hai altrimenti autorizzato. Se stai cercando un’impostazione simile per la disabilitazione dei cookie a livello di sistema per iOS, la troverai solo per Safari (come descritto nei passaggi precedenti). Browser alternativi avranno impostazioni individuali.

Perché potresti voler bloccare i cookie di terze parti

Potresti voler saperne di più sui cookie. Potresti chiedere: cos’è un browser tracker e un cookie è la stessa cosa? Per i nostri scopi, la risposta è “sì”. Mentre i cookie proprietari aiutano a fornire un’esperienza utente fluida e assicurano che tutti gli elementi vengano visualizzati come previsto, i cookie di terze parti tengono traccia delle metriche dell’utente e del dispositivo per una serie di scopi possibilmente discutibili.

Cosa fanno i cookie di terze parti?

Il motivo più comune per l’implementazione della funzionalità dei cookie di terze parti è per le entrate pubblicitarie. Utilizzando i cookie, i servizi pubblicitari possono indirizzare determinati dati demografici e gruppi di utenti in base ai loro cookie “briciole di pane”. Dalle ricerche sul Web alla cronologia di navigazione specifica del sito, è tutto a portata di mano. È anche possibile per gli inserzionisti tenere traccia degli utenti sui siti Web se tali siti Web sono membri della stessa rete di servizi pubblicitari.

Perché i cookie di terze parti sono un problema per la privacy?

Questo è un problema per chi è attento alla privacy. Ci sono ramificazioni etiche e possibilmente legali per ciò che sta facendo quel sito Web o servizio online. Tuttavia, gli utenti possono ricevere un riepilogo dettagliato di qualsiasi impronta del browser o profilazione utente in corso dietro le quinte. In tal caso, devono selezionare “sì” in un modulo di adesione di accompagnamento. Stati e territori come la California e il Regno Unito stanno cercando di aprire la “scatola nera” delle pratiche di raccolta dei dati degli utenti web utilizzando una legislazione incentrata sulla privacy.

Ci sono ragioni per cui questa tecnologia esiste e ragioni per cui un utente potrebbe voler aderire. In un modo o nell’altro, le persone vedono annunci pubblicitari in vari momenti della loro giornata. Ad alcuni utenti di Internet potrebbe non importare la prospettiva di annunci più pertinenti.

Se i metodi utilizzati per indirizzare tali annunci siano etici o meno è una domanda che è meglio lasciare agli individui.

Quali sono alcuni esempi di cookie di terze parti?

Alcuni dei cookie di terze parti più prolifici provengono da due sole società: Google e Facebook. I tracker di terze parti più comuni di queste due multinazionali della tecnologia includono: * Google Analytics: utilizzato da esperti di marketing e webmaster per analizzare il traffico web e i comportamenti degli utenti al fine di personalizzare i contenuti e gli sforzi di marketing. * Google Doubleclick e AdSense: esperti di marketing e webmaster utilizzano questi servizi pubblicitari per indirizzare annunci pertinenti agli utenti in base al loro comportamento sul sito Web e potenzialmente su altri siti Web. * Facebook — Anche qualcosa di innocuo come un pulsante Mi piace, un contenuto incorporato o un’opzione Accedi con Facebook può essere sufficiente per le aziende per formare un profilo utente utilizzando i cookie di Facebook.

I cookie di terze parti non sono per tutti
Tutto questo probabilmente è abbastanza per farti chiedere: con tutti i problemi associati al tracciamento web, quale browser non tiene traccia di me e delle mie ricerche su Internet? Per impostazione predefinita, Avast Browser, Brave e Safari ricevono spesso riconoscimenti per aver offuscato alcuni indizi di impronte digitali del browser. Firefox e Microsoft Edge ricevono i propri riconoscimenti per l’implementazione di protocolli DNS più incentrati sulla sicurezza. Per la maggior parte delle persone, i cookie di terze parti sono per lo più benigni, anche se sono alquanto invadenti e un po’ inquietanti. Tuttavia, se desideri prendere sul serio la sicurezza di Internet e rimuovere un altro strumento che i malintenzionati possono utilizzare per monitorare la tua attività online, prendi in considerazione il blocco dei cookie di terze parti utilizzando questa guida.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.