Beyond Marvel e Jurassic World: i 5 ruoli migliori di Chris Pratt

Chris Pratt ha avuto una carriera molto interessante. Il suo primo ruolo importante è arrivato nel lontano 2002, quando ha recitato nella serie WB di breve durata. Everwood. Pratt ha interpretato ruoli secondari in più film nei primi anni 2000, incluso il corpo di Jennifer, Portami a casa stanotte, L’impegno quinquennalee Qual’è il tuo numero. Tuttavia, la sua svolta è arrivata con l’acclamato successo della NBC Parchi e Divertimentonel ruolo dell’ottuso ma adorabile Andy Dwyer, un ruolo che gli è valso una nomination al Critics Choice Award nel 2013.

Il grande successo di critica e commerciale è arrivato grazie al suo ruolo da protagonista nell’avventura spaziale del 2014 di James Gunn Guardiani della Galassia. Il film ha trasformato Pratt in una star in buona fede e l’uomo d’azione di domani, ponendo le basi per i suoi ruoli futuri nei grandi successi. Pratt rimane un A-lister, anche se la sua reputazione e gli incassi al botteghino hanno sofferto negli ultimi anni. E mentre i ruoli che interpreta sono spesso simili, riesce a infondere a ciascuno abbastanza fascino e carisma, offrendo diversi personaggi memorabili che cementano la sua reputazione di protagonista di qualità.

Jim Preston – Passeggeri

Sepolta sotto uno spudorato tentativo di sfruttare la forte chimica tra Pratt e Jennifer Lawrence è una storia davvero toccante sulla disperazione e la paura della solitudine degli uomini. Passeggeri ha una premessa intrigante che funzionerebbe incredibilmente bene come thriller spaziale, Alieno stile, o anche un terrificante film horror. Purtroppo, il film si accontenta di una sdolcinata storia d’amore che non riesce mai del tutto a causa delle molte azioni discutibili del personaggio di Pratt.

Se il film si fosse avvicinato agli elementi naturalmente oscuri della storia, avrebbe potuto essere un ingresso davvero avvincente nel pantheon dei thriller spaziali. Avrebbe anche significato trasformare il Jim di Pratt in un vero e proprio cattivo, cosa che non si adattava bene al post dell’attore.Guardiani Immagine. Ancora, Passeggeri non è un completo spreco, soprattutto grazie alla scintilla innegabile di Pratt e Lawrence. È anche merito di Pratt il fatto che Jim non si mostri un completo creep, nonostante i migliori sforzi del film.

Emmet Brickowski – The Lego Movie, The Lego Movie 2: La seconda parte

Emmet sembra confuso in TheLego Movie 2

Chris Pratt si è ritagliato una nicchia nell’animazione. L’attore fornirà la voce a due dei personaggi più iconici della cultura pop, Mario e Garfield, nei prossimi progetti. Tuttavia, è arrivata la sua prima incursione nel doppiaggio Il film Lego e il suo seguito, The Lego Movie 2: La seconda parte. Pratt dà la voce a Emmet Brickowski, un normale abitante del mondo Lego che si unisce a una resistenza per fermare un magnate malvagio.

Emmet mette in mostra tutti i punti di forza di Pratt durante i suoi anni centrali come star. È affascinante senza sforzo, persino accattivante, un personaggio convincente come un uomo qualunque e un eroe d’azione. Pratt fa un lavoro meraviglioso nel ritrarre Emmet, realizzando una meravigliosa statuetta Lego che è memorabile senza mai concentrare l’attenzione.

Owen Grady – Jurassic World, Jurassic World: Fallen Kingdom

Owen Grady guarda lontano in Jurassic World Fallen Kingdom

Il mondo giurassico la trilogia è davvero un esempio di un sequel legacy che fa proprio per la sua amata proprietà. Nessuno dei film raggiunge l’altezza del capolavoro di Steven Spielberg del 1993, ma sono più che all’altezza delle voci del 1997 e del 2001 nella trilogia originale.

Pratt è una parte importante del successo della nuova trilogia. Porta una presenza imponente e adeguatamente robusta al protagonista della storia, Owen Grady, un uomo d’azione che allena velociraptor e va in bicicletta. Il personaggio è una nota e fermamente ambientato in un’idea molto anni ’90 di come dovrebbe essere un protagonista, ma funziona in un franchise che cerca spudoratamente di mantenere viva la sua nostalgia. Owen non è Alan Grant o Ian Malcolm, ma è l’esatto eroe d’azione come un franchise mondo giurassico necessario.

Star-Lord – Guardiani della Galassia, Vols. 1 e 2

Star Lord pilota una nave in Guardiani della Galassia

Non è un eufemismo dire che i Guardiani della Galassia erano eroi C, persino D-list nel canone Marvel. I fan fedeli sapevano chi erano, ovviamente, ma il pubblico mainstream ha alzato le sopracciglia con scetticismo quando Kevin Feige ha annunciato un film per la squadra altrimenti sconosciuta di eroi galattici. Tuttavia, il sincero ed esilarante di James Gunn Guardiani della Galassia ha elevato la squadra nella lista A, spinto dalla performance da star di Pratt.

Peter Quill è il tipo di bambino che Pratt è nato per giocare. Sfacciatamente immaturo ma irresistibile, Quill di Pratt ha gettato le basi per Scott Lang di Paul Rudd e persino per la futura versione di Thor di Chris Hemsworth. Quill è il tipo di eroe che vince le battaglie ballando. Ci vuole un attore molto particolare per realizzare una scena così ridicola e Pratt è stato all’altezza del compito. E mentre la reputazione di Quill ha avuto un successo dopo il suo ruolo in Vendicatori: Infinity Warl’imminente Guardiani della Galassia Vol. 3 darà sicuramente al personaggio una redenzione tanto necessaria.

Andy Dwyer – Parchi e attività ricreative

Andy Dwyer sembra sorpreso in Parks and Recreation.

Parchi e Divertimento è una delle migliori sitcom del nuovo millennio e uno dei motivi principali per avere Peacock in questo momento. Il mockumentary satirico ha sfruttato appieno i punti di forza comici di Amy Poehler per creare una visione indimenticabile della politica americana che è rimasta critica senza mai perdere il suo fascino caratteristico. Lo spettacolo ha lanciato la carriera di molti artisti sottovalutati, tra cui Pratt.

Andy Dwyer ha ridefinito cosa potrebbe essere un himbo. Presentato come un fannullone nella prima stagione, Andy di Pratt è diventato un personaggio regolare della serie dopo essersi dimostrato popolare tra il pubblico. Nel corso di sette stagioni, il personaggio si è evoluto oltre il suo concepimento iniziale, principalmente grazie alla sua relazione con un altro dei personaggi iconici dello show, April Ludgate. Pratt si è consolidato come l’ultimo adorabile idiota della televisione, un’immagine a cui rimane strettamente associato nel suo personaggio sul grande schermo.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.