Apple M2: chip Apple M2: il sequel dell’M1, spiegato

Apple ha annunciato ufficialmente il chip M2 al keynote del WWDC 2022. È il seguito del successo dei chip M1 che ha dato inizio alla transizione biennale di Apple al proprio silicio per i suoi Mac.

I prodotti che utilizzano questi chip non sono ancora disponibili, quindi c’è ancora molto che non sappiamo, inclusi i dettagli su prestazioni e specifiche. Ma da ciò che Apple ha annunciato sull’M2 e dalle informazioni trapelate sull’M2, ecco tutto ciò che sappiamo finora.

Quali prodotti stanno ottenendo l’M2?

È stato ampiamente ipotizzato che la prossima generazione di Apple Silicon sarebbe stata annunciata WWDC e tali ipotesi erano almeno parzialmente corrette. Apple ha presentato un MacBook Air riprogettato dotato del chip M2 e il suo nuovo look ricorda da vicino i MacBook Pro appena rinnovati. Anche il MacBook Pro da 13 pollici riceverà il chip M2, ma Apple non gli ha dato lo stesso trattamento di design rinnovato del MacBook Air.

In seguito al ciclo dell’M1, ci aspettiamo anche che l’M2 appaia in un Mac Mini aggiornato e un iMac da 24 pollici.

Oltre all’M2 di base, Apple probabilmente lo espanderà per le sue opzioni più potenti, come M2 Pro, M2 Max e M2 Ultra. Si dice che questi chip alla fine verranno visualizzati in prodotti di livello professionale come MacBook Pro da 14 pollici, MacBook Pro da 16 pollici, Mac Studio e altri.

Prestazioni e specifiche

Panoramica delle funzionalità di Apple M2.

Non saremo in grado di confermare i risultati delle prestazioni per l’M2 fino a quando non avremo esaminato noi stessi i sistemi, ma Apple ha rilasciato alcune delle proprie affermazioni su quali miglioramenti sono stati apportati al chip.

È ancora dotato di una CPU a 8 core, che si suddivide in quattro core di efficienza e quattro core di prestazioni. Questa è la stessa configurazione di base di quella offerta sull’M1.

L’M2 si basa su un nodo di processo N5P di seconda generazione di TSMC, piuttosto che sul presunto nodo N3. I rapporti indicano che ciò era dovuto a ritardi di produzione e blocchi in Cina, lasciando Apple a utilizzare questo nodo a 5 nm come base per l’M2. Il nodo N5P offre solo un miglioramento delle prestazioni del 7% rispetto all’N5 con il 15% in meno di consumo energetico, mentre si dice che il vero nodo di nuova generazione, l’N3, offra prestazioni fino al 15% in più e un consumo energetico inferiore del 30% rispetto all’N5.

In definitiva, ciò significa che l’M2 offrirà un salto di prestazioni inferiore a quello che Apple avrebbe voluto inizialmente.

Tuttavia, l’M2 include alcune nuove funzionalità e aggiornamenti che addolciscono l’affare. Ad esempio, ora supporta fino a 24 GB di memoria unificata di Apple. Supporta anche il 50% in più di larghezza di banda della memoria, da 50 GBps a 100 GBps.

Apple ha anche introdotto lo stesso “motore multimediale ad alte prestazioni” incluso in M1 Pro e M1 Max. Ciò significa una codifica multimediale più veloce e con accelerazione hardware. Apple afferma inoltre che il suo motore neurale è fino al 40% più veloce.

Nel complesso, Apple afferma che la CPU M2 è più veloce del 18% rispetto alla M1. Ma anche la grafica ha ricevuto un aggiornamento. L’M2 ora dispone di 10 core GPU, rispetto a 7. Apple afferma che questo porta a prestazioni grafiche migliori del 35%. Ciò è anche rafforzato dal framework grafico Metal 3 migliorato e persino dall’upscaling MetalFX per prestazioni migliorate in alcuni giochi.

Prezzo e data di uscita

Finora sono stati annunciati solo due dispositivi M2: il nuovo MacBook Air e il MacBook Pro da 13 pollici. Il MacBook Air da 13 pollici M2 viene venduto a $ 1.299, lo stesso dell’opzione M1 quando è stato rilasciato. Il MacBook Air M2 è più costoso della sua controparte M1, a partire da $ 1.199. Il MacBook Air M1 parte da (e continua a vendere) $ 999.

Entrambi i dispositivi M2 saranno disponibili il mese prossimo, ma puoi preordinarli ora.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.