Apple M2 batte M1 di un impressionante 20%, mostra benchmark trapelati

Il nuovo chip M2 di Apple è apparso oggi in un test Geekbench 5 trapelato. Trovato all’interno del prossimo MacBook Pro da 13 pollici, l’ultima iterazione del silicio Apple ha sicuramente fatto un buon lavoro.

Sulla base del benchmark trapelato, l’M2 ha dimostrato di essere fino al 20% più veloce dell’M1, superando così le aspettative di Apple per il chip.

I benchmark della CPU sono trapelati per il chip M2 di Apple!

Clock della CPU a 3,49 GHz rispetto a 3,2 GHz di M1
Aumento delle prestazioni single-core rispetto a M1: 11,56%
Aumento delle prestazioni multi-core rispetto a M1: 19,45%

Un po’ meglio delle mie stime. Sono impressionato! https://t.co/TGHOHw77Ds
Grazie a @amoss_137 per condividere. pic.twitter.com/NS9xODnOdX

— Vadim Yuryev (@VadimYuryev) 15 giugno 2022

Anche se il MacBook Pro da 13 pollici non è ancora pronto per il preordine, abbiamo già i primi risultati di benchmark per il notebook e, quindi, i primi benchmark del chip M2. La stessa Apple ha previsto un aumento delle prestazioni di circa il 18% passando dalla M1 alla M2. Questi sono ancora i primi giorni e abbiamo solo i risultati di un benchmark, ma finora tutto bene: l’M2 è riuscito a fare un lavoro migliore di quello che la stessa Apple aveva preso in giro durante il suo annuncio.

L’M2 e l’M1 hanno entrambi otto core, che equivalgono a quattro core ad alte prestazioni e quattro ad efficienza. Tuttavia, l’M2 ha velocità di clock più elevate, raggiungendo 3,49 GHz rispetto ai 3,2 GHz forniti dall’M1. L’M2 vince anche per il numero di core GPU, portandolo da otto a 10.

Nel test Geekbench 5, il MacBook Pro da 13 pollici con il chip M2 ha ottenuto 1.919 punti nel test single-core e 8.928 nel test multi-core. Entrambi segnano un aumento rispetto alla M1, che ha segnato rispettivamente 1.707 e 7.419. Ciò si aggiunge a un miglioramento dell’11,5% nelle prestazioni single-core e a un aumento del 19,5% nel multi-core. Questi punteggi mettono l’M2 appena un margine al di sopra di ciò che Apple ha preso in giro.

Grafico Taylor Frint/Digital Trends

Anche i due core GPU extra sull’M2 stanno sicuramente facendo il loro lavoro. Nel benchmark Metal, l’M2 ha ottenuto 30.627 punti rispetto ai 21.001 dell’M1. Questo è un enorme aumento del 45% tra le due fiches.

Annunciato per la prima volta al WWDC 2022, il chip M2 si troverà all’interno di un nuovo MacBook Air e all’interno del già citato MacBook Pro da 13 pollici per cominciare. Anche se è vero che l’M2 introdurrà la prossima generazione di silicio Apple, non è ancora un grande passo avanti rispetto alla generazione precedente come alcuni avrebbero potuto sperare. Potremmo dover aspettare fino all’M3 per vedere un vero salto generazionale con un massiccio aumento delle prestazioni.

Non conosceremo le reali prestazioni del chip M2 fino a quando non emergeranno altri benchmark, ma finora questi risultati sono incoraggianti. I futuri dispositivi Apple, incluso il presunto Mac Pro, saranno probabilmente decorati con qualche versione dell’M2, quindi senza dubbio ne vedremo molto di più nei prossimi mesi.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Reply

Your email address will not be published.