4 modi sottovalutati con cui OnePlus 10 Pro è così facile da convivere

La versione più potente da 12 GB/256 GB di OnePlus 10 Pro è ora disponibile per l’acquisto negli Stati Uniti a un prezzo allettante. Ma la nostra recensione ha notato che il software non è sempre così privo di stress come alcuni dei suoi rivali. Questo significa che il telefono dovrebbe essere trascurato? Ho vissuto con OnePlus 10 Pro sin dal suo rilascio e durante quel periodo il software si è calmato e (principalmente) mi ha permesso di andare avanti con la vita. Come parte di questo, anche alcune delle sue funzionalità e abilità quotidiane più utili sono emerse in primo piano.

Ecco quattro modi in cui OnePlus 10 Pro è diventato un comodo partner per smartphone, insieme a un modo in cui non riesce ancora a tenere il passo con la concorrenza.

Ottima tattile

OnePlus ha sempre fatto molto bene il feedback tattile e OnePlus 10 Pro continua quella tradizione. Potrebbe non sembrare immediatamente qualcosa con cui è facile convivere con il telefono, ma poiché conferisce al telefono un comportamento così piacevole, quasi amichevole, aumenta il piacere di interagire con esso. E questa è una parte importante (ma spesso trascurata) dell’esperienza di proprietà.

Andy Boxall/Trend digitali

Cosa li rende così buoni? Sono tattili e sottili. Per questo motivo OnePlus può usarli liberamente su tutto il sistema operativo e non diventa fastidioso. OnePlus 10 Pro ha una delle poche tastiere che beneficia dell’aptica e mi piace il modo in cui ottieni un colpo quando scorri fino alla fine del cassetto delle app.

C’è anche la giusta quantità di personalizzazione, con l’opzione di avere una sensazione nitida o delicata e di regolare l’intensità. OxygenOS non manca di opzioni di personalizzazione e, come ColorOS di Oppo, può essere opprimente e aggiungere complicazioni inutili. Tranne che con l’aptica – che OnePlus chiama O-Haptics, proprio come Oppo – ottiene l’impostazione predefinita corretta e non ti spinge a cambiarla.

Un utile display sempre attivo

Il mio consiglio qui è di ignorare le infinite opzioni di personalizzazione per lo schermo sempre attivo e attenersi all’orologio digitale predefinito di base. Tutto è lì a colpo d’occhio: l’ora, il giorno, la data, le icone di notifica e la percentuale della batteria. Si collega alla classica combinazione di colori rosso e bianco di OnePlus evidenziando il primo numero delle volte in rosso, quindi non sembra solo un altro telefono Oppo.

Lo schermo sempre attivo di OnePlus 10 Pro.
Andy Boxall/Trend digitali

L’utilità di pianificazione è utile e utilizzo la funzione Horizon Light, in cui il bordo dello schermo si illumina per un momento quando arriva una nuova notifica. Attira la mia attenzione e le icone chiare e ovvie mi dicono cosa devo sapere. Avere tutte le informazioni sullo schermo è molto utile, ma quello che mi piace di più è cosa succede quando arriva una notifica.

A differenza di alcuni schermi sempre attivi, l’icona non viene semplicemente visualizzata senza alcun significato dietro. Invece, è accompagnato da una rapida occhiata a quale sia il messaggio. Trovo che questo riduca il numero di volte in cui sblocco il telefono per controllare un’e-mail, perché posso vedere immediatamente se è qualcosa che richiede una risposta rapida o meno. Tuttavia, l’irritante bug in cui non mostra sempre l’ultima notifica in questo momento, a meno che non le elimino manualmente, persiste ancora. A parte questo, lo schermo sempre attivo di OnePlus 10 Pro semplifica la mia vita quotidiana online.

L’adorabile Alert Slider

Suonerò come un disco rotto qui, come lo menziono nella maggior parte delle recensioni dei telefoni OnePlus, ma Alert Slider è eccezionale. È stata una funzionalità di OnePlus sin dall’inizio e una volta ha definito tutto ciò che era eccezionale negli smartphone del marchio. Alert Slider è semplice da usare, veramente utile e non qualcosa che trovi su qualsiasi altro telefono di grandi nomi. Il più vicino che ottieni è l’interruttore della modalità silenziosa di Apple sull’iPhone, ma anche questo non ha lo stesso livello di funzionalità.

Il dispositivo di scorrimento degli avvisi di OnePlus 10 Pro.
Andy Boxall/Trend digitali

Farla scorrere verso l’alto per passare da Suoneria a Vibrazione e di nuovo per la modalità Silenzioso. Il pulsante ha una bella trama aderente e ogni movimento è accompagnato da una vibrazione sottile ma evidente. Quando OnePlus 10 Pro è in tasca, spesso mi ritrovo a passare distrattamente da una modalità all’altra solo per sentire il pulsante e la vibrazione sotto il pollice.

Ma non si tratta solo di tattilità. La funzione è davvero utile, soprattutto perché i controlli del volume in Android sono piuttosto complicati, con cursori per questo e pulsanti per quello, e spesso fastidiosi da individuare effettivamente. Il dispositivo di scorrimento avvisi fa squillare, vibrare o tacere il mio telefono quando lo desidero, senza bisogno di interagire con lo schermo, o toccare più pulsanti per accedere a un menu del volume dettagliato. È eccellente.

Sicurezza veloce (e sicura).

Ottenere la sicurezza giusta non è sempre facile, ma OnePlus 10 Pro inchioda l’aspetto più importante: la velocità. Il sensore di impronte digitali è posizionato circa un pollice sopra la parte inferiore dello schermo del telefono ed è facile e naturale da individuare. Ancora più importante, non ha mancato di riconoscere la mia impronta digitale una volta. Ha anche un bel feedback tattile per accompagnare il processo di sblocco. Allo stesso modo, lo sblocco facciale è veloce e preciso.

Il sensore di impronte digitali di OnePlus 10 Pro sta per essere premuto.
Andy Boxall/Trend digitali

Ho dovuto esercitarmi a sbloccare l’impronta digitale per lavorare in modo affidabile e rapido su Pixel 6 e Pixel 6 Pro, e non tutti i sensori di impronte digitali Samsung sono vincitori. OnePlus 10 Pro mostra a tutti loro come farlo esattamente nel modo giusto. Voglio che il mio telefono sia protetto, ma se i dati biometrici sono più lenti dell’inserimento di un PIN, allora qualcosa non va. Non c’è niente del genere qui.

L’unica cosa che trattiene OnePlus 10 Pro

I quattro punti precedenti si distinguono davvero quando si utilizza OnePlus 10 Pro su base giornaliera, poiché ciascuno semplifica un processo di base o una funzionalità comune, rendendo il telefono un dispositivo simpatico e conveniente con cui convivere. C’è una caratteristica, tuttavia, che non è ancora del tutto al livello che desidero dal mio telefono ideale per tutti i giorni. Queste sono le prestazioni della fotocamera.

Mentre un recente test mostra che la fotocamera sintonizzata su Hasselblad di OnePlus 10 Pro è un passo avanti rispetto ai vecchi telefoni OnePlus, fa ancora fatica a fare quello che voglio e quando voglio. L’app della fotocamera è spesso lenta a rispondere, soprattutto dopo aver scambiato tra gli obiettivi principali, grandangolari e teleobiettivi. Per fare ciò è necessario attendere alcuni secondi prima di scattare la foto dopo aver premuto il pulsante di scatto, causando spesso scatti persi.

Peggio ancora, i risultati sono troppo incoerenti su cui fare affidamento. Il teleobiettivo è particolarmente problematico. Il basso numero di megapixel fa sembrare le foto di bassa qualità e l’ho usato a malapena per questo motivo. Per la fotocamera principale nelle giornate luminose e soleggiate, il bilanciamento del colore e la gamma dinamica sono variabili. Alcune foto semplicemente non replicano ciò che ho visto con i miei occhi e restano indietro rispetto alle foto scattate con altri telefoni.

Non è terribile e, come puoi vedere nella galleria sopra, il 10 Pro può scattare foto meravigliose con un vero impatto visivo. Ma c’è ancora del lavoro da fare e mi piacerebbe davvero vedere che alcuni aggiornamenti software risolvessero l’incoerenza.

Vale la pena la versione da 12 GB/256 GB?

Il OnePlus 10 Pro utilizzato nei nostri test è il modello da 12 GB/256 GB da $ 969 ed è davvero molto veloce. Tuttavia, sarei sorpreso se fosse notevolmente più veloce o con prestazioni migliori nell’uso normale rispetto alla versione più economica da $ 899 8 GB / 128 GB, quindi non comprarlo aspettandoti un grande aggiornamento. Invece, compralo per lo spazio di archiviazione aggiuntivo se pensi di averne bisogno (ad esempio, se giochi a molti degli ultimi giochi famosi). Non c’è spazio per la scheda MicroSD per espandere la memoria interna del telefono, quindi dovrai fare affidamento sull’archiviazione cloud se esaurisci.

Qualunque versione tu scelga, OnePlus 10 Pro è attraente e ben costruito, inoltre ha un bellissimo schermo e la batteria mi dura costantemente per due giorni se non gioco. Supera la fase iniziale di “conoscenza” in cui il software è fastidioso e si stabilizza a un ritmo normale, risultando in un telefono divertente e facile da convivere.

Raccomandazioni degli editori

  • Google Pixel Watch: notizie, prezzo, specifiche, versione e altro ancora

  • OnePlus 10T: data di rilascio, prezzo, specifiche e altro

  • Ho provato il dispositivo di rimozione dello sfondo fotografico di iOS 16 e mi ha sbalordito

  • Samsung Galaxy Z Flip 4: data di rilascio, prezzo, specifiche, rendering e altro

  • Le 5 funzioni di produttività del Galaxy Tab S8 di cui non posso fare a meno






Leave a Reply

Your email address will not be published.